Coccoli toscani

di Alba D'Alberto Commenta

Uno degli antipasti caratteristici della Toscana? Sicuramente i coccoli. C’è da dire che ogni regione può vantare una sua ricetta di frittelle dolci e salate, uno stuzzichino che non guasta mai quando si ha voglia di qualcosa di particolare o nel corso delle feste più importanti.
Le frittelle salate toscane prendono il nome di Coccoli e vengono preparate in più versioni, ognuna delle quali possiede antiche radici e si vanta d’essere l’unica vera originale ricetta di coccoli toscani.

Ingredienti

Gli ingredienti per preparare i coccoli in questa sede sono calcolati per sei – otto persone. Ecco cosa ci occorre:

– Un dado di lievito di birra 25 grammi;

– Mezzo bicchiere di acqua;

– Un Litro di latte;

– Un chilogrammo Di farina;

– Sale quanto basta;

– Due litri di olio per la frittura;

Preparazione

Una volta acquisiti gli ingredienti, si può procedere con la preparazione dei coccoli:

Sciogliamo il lievito in mezzo bicchiere di acqua ed aggiungere un po’ di farina fino a formare una piccola pallina. Lasciare lievitare per 4 o 5 ore.

Intiepidiamo un litro di latte e sciogliamoci dentro la pallina lievitata, saliamo, aggiungiamo la farina rimanente un poco per volta.

Attendiamo che il composto lieviti fino a formare delle piccole bolle (4o  minuti circa) e poi friggiamo a piccole palline della grandezza di una noce. Indoriamo per bene servendo caldi e leggermente salati i coccoli. I coccoli si gustano con prosciutto crudo toscano e stracchino.

Vini consigliati

Per assaggiare al meglio i coccoli, si può optare con un accompagnamento ‘dop’ e sorseggiare vini toscani quali il Chianti dei Colli senesi, un Montecarlo Rosso o un Bolgheri rosato. Chi desidera invece assaggiarli con un vino italiano ha più opzioni: Refosco dal peduncolo rosso, Marzemino, Bonarda dell’Oltrepò Pavese oppure Schiava Rosata del Trentino.

Photo Credits | Thinkstock Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>