Seupetta di Cogne per l’arrivo dell’autunno

di giannni puglisi Commenta

Dopo la Seupa à la Vapelenentse passiamo ad un’altra ricetta valdostana molto invitante, da tenere sempre da parte per quando l’autunno busserà alla porta. La Seupetta di Cogne che – come potete immaginare – è un’altra zuppetta. Ma qual è la base?

Di base, nella ricetta valdostana, troviamo sempre il formaggio e nello specifico qui si parla di Fontina. Poi c’è l’immancabile brodo ma invece del pane la proposta è di usare il riso. E così per sei persone quel che serve e il procedimento da seguire è tutto qui: 

  • 12 pugni di riso Carnaroli
  • 1 kg di pane
  • 350g di Fontina
  • 200g di burro fuso
  • brodo di carne q.b.
  • noce moscata

Tagliate il pane a fette e friggetelo nel burro. Mettete poco burro in una casseruola e, quando è rosolato, aggiungete  il riso e, a seguire, il brodo, poi lasciate cuocere. Prima che raggiunga la piena cottura, togliete dal fuoco. Disponete in una pirofila pane, riso e fontina, a strati alterni, terminando con la fontina. Aggiungete un po’ di brodo, del burro fuso e un profumo di noce moscata. Mettete in forno a 180°, per 4 minuti, e servite molto caldo. Il vino consigliato per accompagnarla è  il Petit Rouge, a 18 C°.