Fettuccine al tartufo

di Alba D'Alberto Commenta

Tra le varietà di funghi pregiati occorre menzionare il tartufo. Delizioso quando viene utilizzato per creare i primi piatti rendendoli eleganti e profumati. I tartufi neri del Piemonte sono ad esempio celebri in tutto il mondo, ma anche i tartufi bianchi o quelli rossetti sono ottime qualità. Per esaltarne il sapore si può pensare alle fettuccine al tartufo, uno dei tipi di pasta più indicati con il tartufo nero; la loro preparazione è semplicissima e veloce, dal momento che gli ingredienti sono pochi proprio per esaltare il gusto del fungo. Ecco, dunque, come procedere partendo da ingredienti di qualità.

Ingredienti

– 350 grammi di fettuccine;

– 80 grammi di tartufo nero;

– Burro;

– Sale;

– Pepe.

Preparazione

Una volta acquisiti tutti gli ingredienti, si procede mettendo sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e, al punto di ebollizione, bisognerà far cuocere le fettuccine al dente.

Nel frattempo sarà necessario pulire in maniera accurata i tartufi per togliere ogni residuo di terra aiutandovi con uno spazzolino o un pennellino, meglio se con le setole inumidite, per poi tagliare i tartufi il più finemente possibile, come per far venire delle scaglie finissime. Per quanto concerne la pulizia del tartufo si dovrà scegliere un pennellino semiduro per non sciupare il fungo.
A questo punto bisogna mettere sul fuoco una padella antiaderente, far sciogliere una noce di burro e versare le fettuccine scolate.

Poi bisognerà unire i tartufi (lasciandone qualcuno da parte per la decorazione finale), aggiungere un pizzico di pepe e far saltare il tutto per qualche minuto. Successivamente, bisognerà cospargere la pasta con le scaglie di tartufo e servire il piatto fumante in maniera tale che l’odore del tartufo non perda il suo tipico aroma.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>