Come fare la marmellata a casa senza rischi per la salute – II

di Alba D'Alberto Commenta

Continuiamo in questo post la nostra piccola guida su come fare la marmellata a casa senza rischi per la salute. In un articolo pubblicato in precedenza abbiamo infatti già descritto quali sono i primi fattori a cui prestare attenzione quando ci si accinge a tali preparazioni casalinghe. Continuiamo quindi la nostra lista di attenzioni nella preparazione di conserve a prova di botulino. 

Come fare la marmellata a casa senza rischi per la salute

  • Prima di utilizzare la frutta fresca di stagione, passatela per qualche secondo sotto l’acqua corrente, la quale servirà ad eliminare eventuali residuo. Potete anche lasciare al frutta a mollo per alcuni minuti in una soluzione di acqua e bicarbonato al fine di eliminare residui di pesticidi dalla buccia.
  • I contenitori in cui versare la marmellata dovrebbero essere rigorosamente sterili, un procedimento non applicabile tra le mura domestiche, che richiederebbe un trattamento di oltre 5 o 6 ore ad una temperatura superiore ai 100 gradi.
  • Non riempite mai i contenitori fino all’orlo ma lasciate sempre uno spazio sulla sommità definito spazio di testa, che servirà per creare l’effetto sottovuoto e per assorbire l’aumento di volume nel corso della pastorizzazione. 
  • Per compiere la pastorizzazione immergete i contenitori in acqua bollente per un certo periodo di tempo, avendo cura di sommergerli completamente di acqua e facendo bollire al minimo per il resto del tempo.
  • Dopo 12 – 24 ore è necessario verificare l’ermeticità della chiusura dei contenitori, premendo i tappi, i quali non devono emettere alcun tipo di rumore. La stessa prova si può fare a mano o battendo con un cucchiaino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>