Zingara Ischitana

di Fabiana Commenta

Il panino doc dell’isola di Ischia

 

Zingara ischitana: che cos’è? Un nome bizzarro per indicare uno dei piatti più famosi dell’isola di Ischia… la Zingara Ischitana però non è solo un semplice panino e sarebbe davvero riduttivo definirla così…

si tratta di un panino che può preparato molto facilmente, ma che oltre ad essere ottimo rappresenta anche un pasto completo vero e proprio per la ricchezza degli ingredienti, dal prosciutto al fiordilatte. 

 

Ottimo per essere trasportata, la Zingara Ischitana si presta anche ad essere un panino davvero ottimo per un pic nic all’aria aperta in occasione dell’arrivo delle belle giornate. E naturalmente è perfetta per essere consumata in spiaggia e al mare. Vediamo la preparazione.

 

 

INGREDIENTI per 2 Zingare Ischitane

 

  • 4 fette di pane cafone
  • 2 fettine sottili di provola
  • 2 fette di prosciutto dolce
  • 4 fette di pomodoro da insalata
  • 2 fettine di fiordilatte
  • basilico o lattuga
  • Maionese
  • olio extra vergine di oliva

 

PANINO NAPOLETANO

PANE CAFONE

 

 

PREPARAZIONE

Perfetto per preparare la Zingara Ischitana, è il cosiddetto pane cafone, con la mollica molto compatta, una preparazione artigianale tipica della Campania. 

Preparate tutti gli ingredienti per comporre il vostro panino: tagliate a fettine il fiordilatte e la provola, poi tagliate a fettine sottili un pomodoro da insalata.

Prendete le fettine di pane cafone e spalmatevi sopra un velo di maionese: poi adagiatevi sopra una fettina di provola, una fettina di prosciutto e una fettina di fiordilatte.

Aggiungete un paio di fettine di pomodoro e aggiungete anche qualche foglia di lattuga. Se preferite potrete sostituire la lattuga con il basilico. Condite con olio e poi compattate bene il panino. Mettetelo sulla piastra rovente e attendete fino a quando la mozzarella non si sarà del tutto sciolta, poi servite ben caldo. 

Se preferite potrete anche cuocere la vostra Zingara Ischitana in forno per 5 minuti a 200 gradi o al forno al microonde, anche se la ricetta originale prevede la cottura alla piastra per armonizzare al meglio i sapori. 

 

Foto Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>