“Fa male…?” L’INRAN risponde alle domande più frequenti sull’alimentazione

di Alba D'Alberto Commenta

L’INRAN oltre a fornire informazioni importanti a tutti i genitori e a chi intende sempre fare una merenda equilibrata, risponde anche ad una serie di domande sull’alimentazione. In questo articolo prenderemo in considerazione i quesiti legati al “Fa bene?”

Ecco le domande e le risposte che ci sembrano più interessanti. 

Come si diagnostica un’intolleranza/allergia a uno o più alimenti?

Se siamo intolleranti a qualcosa generalmente ce ne accorgiamo da soli.

Di solito, se siamo intolleranti a qualche alimento ce ne accorgiamo da soli avvertendo malore ogni volta che ci capita di mangiarlo. Sarà poi il medico, dopo aver valutato i nostri sintomi, a dirci se siamo effettivamente intolleranti o allergici a qualcosa. Ci sono poi sintomi vaghi, come stanchezza, dimagrimento, anemia che possono essere frutto di un’allergia o un’intolleranza (al glutine per esempio) che spesso è difficile riferire da soli ad un particolare alimento e che solo il medico riesce a interpretare. Sappiate comunque che, qualunque cosa sentiate in giro, l’aumento di peso non è mai dovuto a intolleranze alimentari.

Ci sono cibi cancerogeni?

No, ma esagerare con alcuni cibi può far male.

Ogni alimento è composto da una serie di sostanze che prese singolarmente e ad alte dosi possono favorire o al contrario prevenire lo sviluppo di un tumore. Tuttavia uno stile di vita attivo e un’alimentazione varia ed equilibrata, sullo modello della dieta mediterranea, ci aiuta a proteggerci da una serie di malattie tra le quali anche il cancro. L’abuso di alcol, grassi, carni rosse, zucchero e sale espone a un maggiore rischio di cancro.

Il cioccolato fa venire i brufoli?

No, la causa principale dei brufoli è la presenza dei batteri che vivono sulla pelle.

I brufoli sono delle infezioni del follicolo pilifero e sono causate dai batteri che vivono normalmente sulla nostra pelle. In alcune fasi della vita, come l’adolescenza, si verificano particolari condizioni ormonali che contribuiscono alla formazione dei brufoli. L’alimentazione può favorire la comparsa di brufoli, ma solo in minima parte. Se mangiamo alimenti grassi e carichi di calorie rendiamo più grassa la pelle, i cui pori vengono ostruiti dando ai batteri la possono possibilità di proliferare con più facilità. Ma solo se abbiamo già i brufoli o se siamo soggetti ad averli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>