Verdure stufate

di Fabiana 1

Patate, carote e fagiolini le verdure ideali per un tipo di cottura lento e graduale

Ogni giorno andrebbero consumate cinque porzioni di frutta e verdura, ideali per la nostra salute e sarebbe anche consigliabile variare in qualche modo la preparazione in modo tale da renderle più appetibili.

Le verdure stufate rappresentano un piatto ideale soprattutto per i mesi freddi dell’anno anche perché il procedimento di cottura è molto lento, graduale e va fatto a fuoco bassissimo.

Insomma vi servono tempo e pazienza, ma per preparare le verdure stufate sarà anche necessario saper scegliere verdure di una certa consistenza visto che la cottura in pochissimo liquido potrebbe andare a spappolarle.

Stufare infatti è un metodo di cottura in umido in cui va utilizzata solo l’acqua delle verdure che resta dopo il lavaggio e del grasso (in questo caso il burro): con la pentola coperta le verdure diventeranno appetitose e molto morbide.

 

 

INGREDIENTI

  • 400 g di fagiolini
  • 6 patate
  • 6 carote
  • 300 g di piselli
  • 300 g di broccoli
  • 3 cuori di lattuga
  • Asparagi
  • Sedano
  • 180 gr di burro
  • 2 cipolle
  • Sale e pepe

 

DIFFERENZE STUFARE-BRASARE

 

 

PREPARAZIONE

Pelate le patate e le carote, tagliate a metà i cuori di lattuga, poi lavate con cura anche tutte le altre verdure, i fagiolini, i piselli, i broccoli, gli asparagi e il sedano. 

Si tratta di verdure e ortaggi di una certa consistenza che rimarranno intatti durante le cottura.

Dopo aver lavato tutte le verdure, tagliate le cipolle (due, ma anche tre saranno perfette) a rondelle.

Preriscaldate il forno a 150 gradi. 

Ora mettete all’interno della casseruola metà del burro insieme alle cipolle e lasciate cuocere a fuoco basso: quando le cipolle saranno dorate, allora potrete aggiungere tutti gli altri ortaggi che avete preparato.

Quando cominciano ad acquistare colore, allora aggiungete equamente l’altra metà del burro, poi coprite con un coperchio e lasciate cuocere in forno per circa 1 ora e 30 minuti.

La cottura procederà lentamente e quando il liquido delle verdure sarà completamente evaporato, le verdure continueranno a cuocersi nel burro acquistando sapore e rimanendo sempre morbide.

Circa quindici minuti prima della fine della cottura dovrete aggiungete sale e pepe, poi servite ben calde.

 

 

 

Foto Thinkstock

 

 

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>