Scottiglia di carne

La scottiglia di carne è un piatto toscano tipico del Cosentino, in particolare della città di Arezzo. Si dice che sia un piatto di antichissima origine, risalente addirittura al Medioevo, se non all’età etrusca.

In pratica è un secondo piatto di carne, un ricco stufato che va preparato con diverse varietà di carne, anzi più numerose sono, più il piatto è riuscito.

Acquacotta grossetana

L’acquacotta grossetana è un piatto tipico della città di Grosseto ed è un piatto tipicamente maremmano, considerando la stretta parentela con la notissima pappa al pomodoro. 

L’acquacotta grossetana è un piatto dalle origini umili, legato alla cultura contadina, che veniva preparato con gli ingredienti che c’erano a disposizione in casa o magari per riciclare gli avanzi. 

Farro e verdure con tocco piccante

Farro e verdure con tocco piccante: un piatto unico che si può preparare durante tutto l’anno, un vero e proprio classico della cucina toscana visto che in Garfagnana viene coltivato il miglior farro in circolazione protetto con la certificazione IGP (Indicazione Geografica Protetta). 

Ricetta bistecca alla fiorentina

La bistecca alla fiorentina è un taglio di carne di vitellone o di scottona particolarmente diffuso in Toscana che prevede un determinato tipo di preparazione alla brace o alla griglia. Questo secondo piatto si ottiene quindi dal taglio della lobata, ma Pellegrino Artusi definisce la bistecca alla fiorentina come una braciola con il suo osso, alta più o meno un dito e mezzo.
Vediamo quindi come preparare questo gustoso piatto che può essere un ottimo sostituto della tagliata al rosmarino, che abbiamo visto la scorsa settimana.

Il Caciucco alla Livornese

Il Caciucco è certamente il piatto principe della cucina livornese, è una ricca zuppa di pesce, la ricetta storica ne prevede ben tredici varietà , da fare in tutte le stagioni con il pesce che nei vari periodi dell`anno offre il mercato.

Essendo un piatto della tradizione popolare, nel tempo sono state realizzate diverse varianti e possibilmente è una ricetta che viene “modellata” anche sui propri gusti personali. Una ricetta base è quella che prevede, per sei o otto persone, un assortimento di 2.5 kg. di pesce, di cui almeno 1 kg. pesce da zuppa (scorfani, tracine e anche cernie) e il resto in parti uguali tra polpi, gamberi, cozze, palombo o altro pesce o crostacei.