Le chips non sono soltanto di patatine – parte seconda e dolce

di giannni puglisi Commenta

Come abbiamo già anticipato, le chips si possono ottenere dagli ortaggi – e sono da considerare salate – ma si possono ottenere anche dalla frutta e diventare così dolci. In realtà, dosando bene i condimenti su carote e zucche, si ottiene un effetto agrodolce intermedio. 

Se  non avete letto la prima parte dedicata alle chips salate, potete ancora colmare la lacuna seguendo questo link. Qui invece di dedichiamo, con l’aiuto e i suggerimenti di GreenMe, alle chips dolci ottenute essiccando banane, mele, zucche e carote. 

Chips di mela – ingredienti e preparazione

  • 2 mele
  • Succo di limone

Lavate le mele. Se sono bio, non sarà necessario sbucciarle. Se non sono bio andranno lavate un po’ meglio ma non è detto che sia necessario togliere la buccia. Il secondo passo da compier con attenzione, invece è il taglio della mela. Dice GreenMe: “Tagliatele a fettine sottili e irroratele con del succo di limone, mescolatele e scolatele. Disponete le fettine di mele in una teglia da forno, preferibilmente in vetro. Cuocete le chips di mela per circa 1 ora e mezza a 130°C, oppure utilizzate un essiccatore, scegliendo il programma più indicato. Insomma, non si può certo improvvisare come nel caso degli ortaggi.

Chips di banane – ingredienti e preparazione

3 banane mature
½ limone

Sbucciate le banane che sono un altro frutto che si presta parecchio alla preparazione delle chips. Affettatele formando delle fette di spessore inferiore a mezzo centimetro. Irroratele con il succo di mezzo limone, dopo averle versate in una ciotola. Cuocete le chips di banana in forno a 170°C, per circa 50 minuti o fino a quando risulteranno croccanti e disidratate. In alternativa, potrete utilizzare un essiccatore, ma i tempi di preparazione saranno più lunghi, fino a 18-24 ore.