Cucina gluten free, 3 cose da tenere a mente

di Alba D'Alberto Commenta

Vi sarà capitato almeno una volta di avere a cena o tra gli amici, una persona celiaca, una persona cioè intollerante al glutine. Per lei ci vuole la cucina gluten free. Questo non vuol dire che dobbiate rinunciare al gusto preparando delle proposte light. Sono intolleranti al glutine non perennemente a dieta. La cucina gluten free è stata sdoganata da tantissimi  chef che puntando proprio alla realizzazione di piatti gustosi adatti davvero a tutti, hanno finalmente fatto capire che l’assenza di glutine non vuol dire assenza di gusto. Qual è la mossa da fare per andare sul sicuro? Adottare la farina di canapa proprio come ha fatto il ristorante Il Convito di Curina nel Chianti senese. 

La canapa è un ottimo ingrediente perché utilizzato per ricavare moltissimi elementi, in più è gluten free. Dalla canapa si ricava l’olio, si usano i semi e si fa la farina. A livello gastronomico è elemento indispensabile per le sue proprietà organolettiche. Ha un retrogusto di nocciola che piace e non dispiace nemmeno a cui ha voglia di un sapore inusuale. Ma cosa c’è da sapere più in genere sulla cucina gluten free?

1. Coma la farina di canapa sono senza glutine anche le farine ricavate da legumi, tapioca, grano saraceno. 

2. Tutte queste farine si possono mescolare per ottenere prodotti ricchi di gusto, per esempio pani e focacce aromatizzati che di certo faranno felici i palati più curiosi. 

3. I mix devono essere provati e riprovati non solo per l’approfondimento del gusto dei prodotti ma anche per specificare meglio le loro caratteristiche. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>