Torta pasqualina

di Marina Pellegrino 1

Gli ingredienti essenziali della torta Pasqualina sono: le verdure (spinaci, bietole o carciofi), i formaggi e, naturalmente, le uova.

pasqualina

Di sicuro non mancherà sulle tavole dei liguri visto che appartiene proprio alla tradizione di Pasqua di questa regione. Ma la torta Pasqualina è perfetta anche per un pic-nic il lunedì di Pasquetta, per chi vivrà questa giornata all’aperto.

Gli ingredienti essenziali della torta Pasqualina sono: le verdure (spinaci, bietole o carciofi), i formaggi e, naturalmente, le uova. Questi ultimi due, nei secoli scorsi, erano alimenti che si consumavano solo nei giorni festivi più importanti. In passato l’ abilità delle casalinghe si misurava in base al numero di sfoglie che riuscivano a sovrapporre. Leggendariamente si narra che alcune arrivavano ad impilarne 33 in omaggio agli anni di Cristo.

Le altre regioni d’Italia hanno apportato dei cambiamenti alla ricetta originale per cui la sua preparazione presenta caratteristiche differenti, qualche volta anche in versione dolce anziché salata.

Per la pasta:
520 gr di farina 00 setacciata
20 gr di lievito di birra
un bicchiere d’acqua tiepida
2 cucchiai di strutto
sale e pepe
Per il ripieno:
600 gr di spinaci (oppure bietole o carciofi)
300 gr di formaggi misti (emmenthal, provolone, grana, fontina)
150 gr di salame tagliato a dadini
Per la guarnizione:
4 uova

Impastate la farina insieme a due cucchiai di strutto; aggiungete un po’ di sale e di pepe nero macinato. Sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida e lavorate l’impasto aggiungendo pian piano dell’acqua per renderlo più morbido. In un contenitore unto di olio, coprite la pasta con un canovaccio e fate lievitare per almeno 2 ore.

Tagliate i formaggi e mescolateli con il salame tagliato a dadini e gli spinaci che avrete precedentemente cotto in acqua salata e scolato bene. Stendete la pasta dello spessore di un centimetro lasciandone da parte una piccola quantità, disponete il ripieno e arrotolate.

Oliate uno stampo con un buco centrale e disponetevi il rotolo di pasta a ciambella. Fate lievitare ancora per altre 2 ore.

Disponete le uova con il guscio bloccate da due striscioline di pasta incrociate (la pasta che avete conservato) e mettete in forno per i primi 10 minuti a 160 gradi, successivamente a 180 gradi per un’ora. Buon appetito!

Commenti (1)

  1. ADOROLE TORTE RUSTICHE E GRAZIEPER I VSCONSIGLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>