Maialino da latte arrosto, cattiveria e bontà

di Alba D'Alberto Commenta

Il maialino da latte arrosto è un piatto che si prepara in Castiglia dall’autunno all’inizio della primavera, visto che il “lattonzolo” (maiale di non oltre 6 settimane) spesso si cucina anche per Pasqua. Insomma, stiamo a posto con la coscienza che non si tratta di una crudeltà tipicamente italiana.

Ammazzare un maialino da latte per farne una delizia da portare in tavola può apparire ai più ma soprattutto ai vegetariani, una crudeltà sconsiderata, ma non è così. Ovvero, possiamo considerarla una crudeltà ma poi dobbiamo comunque apprezzarne il gusto e la bontà. La ricetta è tra quelle proposte sul sito dell’EXPO.

Ingredienti

  • 2.5 chili di Carne di maiale
  • 1 Aglio
  • 500 grammi di Patate
  • 1 Cipolle
  • 1.5 tazze di Vino bianco
  • 1 Alloro
  • pizzico di Sale
  • pizzico di Pepe nero
  • tazzina da caffè di Olio extravergine d’oliva (EVO)

Preparazione

  1. Lavare il maialino e asciugarlo.
  2. Abbrustolire sulla fiamma le orecchie, le zampe e tutte le parti che possano avere peli o peluria. Ungerlo con lo strutto da tutti i lati.
  3. Cospargerlo di sale e pepe. Sistemarlo con la pelle rivolta verso l’alto. Riscaldare il forno alla massima potenza.
  4. Bagnare il maialino con acqua salata e arrostirlo a temperatura media per 1 ora fino a quando la pelle non diventa dorata e croccante.
  5. Pelare le patate e la cipolla e tagliarle a fette di ½ cm di spessore.
  6. Togliere il maialino e disporre sul fondo la cipolla e le patate. 
  7. Sistemare sopra il maialino, irrorare con il vino e infornarlo per altri 50 minuti o fino a quando la carne non risulti morbida e cotta al punto giusto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>