Zuppa di fave scafata per il primo maggio alternativo

di Alba D'Alberto Commenta

Ormai quando si parla di primo maggio alternativo bisogna capire che si tratta del primo maggio che maggiormente è dedicato alla tradizione. Ecco ingredienti e preparazione di un piatto che somiglia tantissimo per intenti, alle virtù teramane

Il primo maggio, in tavola, è la festa della primavera, con i suoi frutti e i suoi odori. Ecco allora che se non avete tempo per preparare le virtù potete sempre pensare di andare incontro alla tradizione con la zuppa di fave. In fondo le fave con pane olio e pecorino, sono un must dei primi pic nic della stagione. Il sito Ricette della Nonna che propone la sua versione del piatto, lo identifica in questo modo: una ricetta tradizionale con le fave perfetta per il primo maggio e le scampagnate primaverili. Certo è che portare le virtù come anche la zuppa in un pic nic non è sempre un’idea felice per la poca praticità del piatto. Di fatto sono poi dei sapori irrinunciabili. 

Ingredienti

  • 200 gr di lattuga
  • 150 gr. di pancetta a cubetti dolce o affumicata
  • 800 gr di fave già sgranate
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • 1 cipolla
  • sale e pepe

Preparazione

In un tegame fate appassire la cipolla tagliata a fettine sottili, aggiungete la pancetta e fatela rosolare per bene.

Aggiungete la lattuga tagliata a striscioline, 1/2 bicchiere di acqua, coprite e lasciate cuocere per 5/6 minuti. A questo punto, unite le fave, aggiungendo ancora 2 bicchieri acqua, pepate e aggiustate di sale, coprite e lasciate cuocere per altri 30/35 minuti, aggiungendo acqua se necessario.

Servite con qualche fettina di pane abbrustolito e se di gusto con una spolverata di pecorino grattugiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>