La mattina… detox con l’orzotto di piselli

di Alba D'Alberto Commenta

L’orzotto di piselli è un’ottima alternativa alle abbuffate di ferragosto. Forse in estate il brodo non è il modo migliore per rimettersi in forma ma un orzotto delicato è irrinunciabile. Ecco come portare in tavola una zuppa detox da gustare tiepida. 

Siccome siamo in piena ripresa dopo lo svago ferragostano, ecco qualche ricetta per ritornare subito in carreggiata. Sicuramente si può optare per un’insalata, e qualche consiglio ve lo abbiamo dato, ma potete anche scegliere una pizza rustica. Qui parliamo dell’orzotto grazie alla ricetta dell’Expo.

file_5447ee28322bd

Protagonista di questa ricetta leggera, ma nutriente, è il cereale più antico utilizzato dall’uomo, conosciuto già ai tempi degli Egizi: l’orzo. Ricco di calcio, fosforo, potassio, ha anche proprietà antinfiammatorie e detox. In questo caso utilizziamo l’orzo perlato, privato della parte esterna, più dura. Sicuramente l’orzo integrale mantiene più sostanze nutritive, ma prevede modalità di preparazione molto più lunghe. Questo piatto, invece, è veloce da cucinare e perfetto per essere gustato in autunno. Una via di mezzo tra una vellutata e un risotto, arricchito dalla consistenza particolare dei chicchi d’orzo.

Ingredienti

  • 160 grammi di Orzo perlato
  • 1/2  Cipolle
  • 0.7 litro di Brodo vegetale
  • 200 grammi di Piselli
  • Patate bianche
  • cucchiai da tavola di Caprino
  • pizzico di Pepe nero
  • pizzico di Sale
  • Menta, foglie

 

Preparazione

  1. Sciacquate l’orzo e scolatelo. In un tegame fate soffriggere la cipolla, aggiungete l’orzo e cuocete come per il risotto, aggiungendo il brodo poco alla volta fino a cottura completa. Ci vorranno circa 25 minuti.
  2. Nel frattempo, in un altro tegame, sbollentate (nel brodo bollente) per circa 10 min., i piselli e la patata tagliata a cubetti. A cottura ultimata, frullate con un mixer a immersione i piselli e la patata, aggiungendo con po’ del brodo di cottura, fino a ottenere la giusta consistenza.
  3. Aggiungete la crema di piselli all’orzotto, mescolate e mantecate con 2 cucchiai di caprino e un filo d’olio. Impiattate guarnendo con piccole quenelle di caprino, fatte aiutandovi con 2 cucchiaini, e foglioline di menta fresca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>