Prosecco Valdobbiadene DOC: come nasce

di isayblog4 Commenta

Il vino racconta una storia, quella del territorio in cui prende forma e quella di chi lo degusta. A raccontare qualcosa di unico è il Prosecco Valdobbiadene DOC che con le sue bollicine, tra le più famose del mondo, incontra i gusti di molti, che siano estimatori di vino o meno.

La zona in cui prende forma è quella della provincia di Treviso, precisamente quella tra Valdobbiadene e Conegliano, luoghi in cui tutto parla di vino, dalla scuola enologica alla mostra nazionale dello spumante. Luoghi sviluppati economicamente e culturalmente sulla filosofia delle bollicine che rappresentano tradizione e storia e con cui si modificano e si evolvono con equilibrio e sintonia perché fanno parte di uno stesso fortunato destino.

  • Le origini del Prosecco Valdobbiadene Doc

Una tradizione che parte da lontano, quando già ai tempi dell’Impero Romano furono piantate le viti nelle zone del trevigiano, cuore di coltivazione del Prosecco ancora oggi per un vino che prendeva il nome di Puxinum (Pucino), che proveniva dalle colline carsiche dove era presente il vitigno Glera e che era tanto amato da Livia, la moglie di Augusto. Non esiste però una data certa dell’origine della sua coltivazione nella zona del Valdobbiadene, anche se alcuni poeti latini con le loro testimonianze la fanno risalire a circa duemila anni fa. La versione che si conosce e si apprezza oggi sembra essere nata sulle colline venete e friulane nel 1900.

Il Prosecco Doc – denominazione che gli è stata riconosciuta ufficialmente nel 1969 – ha origine nell’area del Conegliano che comprende cinque provincie venete quali Venezia, Treviso, Vicenza, Belluno, Piacenza e quattro friulane che sono Trieste, Udine, Pordenone e Gorizia, luoghi che il clima e le caratteristiche del terreno rendono particolarmente adatte alla viticoltura.

  • Perché piace il Prosecco Valdobbiadene Doc

Ad essere apprezzate sono le sue note fruttate e floreali oltre che la sua corposità moderata che i palati più delicati e goderecci le scelgono per gli aperitivi e non soltanto perché le bollicine, non è un segreto, sono versatili sposandosi bene con tutte le occasioni, dai pranzi alle cene, dalle ricorrenze alle normali serate trascorse in casa davanti a un’ottima cena magari a base di formaggi e salumi, ma anche di gamberi e verdure. Per degustare, apprezzare e conoscere se ancora non lo abbiamo fatto il Prosecco Valdobbiadene Doc è possibile acquistarlo su qualche store online come Origini, considerato che ormai lo shopping in rete è la forma preferita da esperti del web, ma anche da chi così esperto non è perché sicuramente più rapida e comoda, basta un click e il prodotto arriva direttamente a casa.

Tenere in casa qualche bottiglia di queste eleganti bollicine è un’ottima occasione per conoscerle bene, apprezzarle e condividere momenti unici di fronte a un bicchiere che nasconde dietro di sé sempre qualcosa di più di ciò che sembra, un po’ la storia, un po’ la tradizione e, perché no, un po’ la voglia di godere anche degli attimi più fugaci grazie al sapore raffinato di questa bottiglia.          

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>