Tortini di recupero con prosciutto e sottiletta

di Alba D'Alberto Commenta

I tortini di recupero sono fatti con quegli ingredienti che stenti a buttare ma il cui posto ufficiale potrebbe essere tranquillamente la pattumiera, a meno di non conoscere queste strepitose ricette di recupero. Noi abbiamo inventato qualcosa con un po’ di lievito, del pane ammorbidito e un ripieno classico. 

Immaginate di aver fatto delle polpette, per esempio delle polpette di pesce e di aver ammorbidito più pane secco del dovuto. Cosa ci fate con quello che avanza. Potete pensare di usarlo per fare dei tortini ma dovete munirvi anche di uno di quegli attrezzi pensati per la cottura dei muffin. 

Il pane ammorbidito con il latte o con l’acqua, deve essere strizzato per bene e messo in uno di quei robot da cucina che sminuzza e omogenizza. Alla mollica di pane morbida, forse troppo morbida, dovete aggiungere un uovo intero e una bella dose di parmigiano. Poi, prima ancora di azionare il tasto, aggiungete una mezza bustina di lievito. Potete usare quello per dolci ma se avete del lievito secco istantaneo per pizze, è molto molto meglio. 

Azionate il robottino e fate amalgamare il tutto. Se le cose sono andate come speravamo, dovreste avere per le mani una bella crema densa. Oliate la teglia dei muffin, per bene. Poi mettete in ognuno dei alloggi un bel cucchiaio di questa crema. regolandovi in modo che resti mezzi cucchiaio per ricoprirli tra poco. 

Sulla crema adagiate il prosciutto cotto e poi un pezzettino di sottiletta. Basteranno un paio di fettine di prosciutto cotto e anche una sola sottiletta. Poi con la crema avanzata ricoprite i tortini e informate a 200 gradi per 20 minuti. Il risultato saranno dei muffin salati da antologia. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>