Spezzatino di cinghiale con salsa ai funghi

di Vito Verna Commenta

Grazie a pochi e gustosi ingredienti, quali funghi e spezzatino di cinghiale, si può preparare un secondo piatto veramente succulento.

Spezzatino di cinghiale con salsa ai funghi

Torniamo a parlare di selvaggina, a dire il vero dopo averne ignorato le più classiche preparazioni per molti mesi, descrivendo, minuziosamente ed accuratamente, tutti i passaggi necessari a realizzare un ottimo spezzatino di cinghiali accompagnato da una gustosa e saporita salsa ai funghi.

LA SELVAGGINA

► Filetto di cervo allo speck

► Lepre al civet

► Pappardelle con sugo di cinghiale

INGREDIENTI

– 600 gr di polpa di cinghiale magra

– 500 gr di funghi (anche surgelati)

– 1/2 litro di vino rosso

– 3 cucchiai d’olio

– gusti (cipolla carota alloro e timo)

– 2 spicchi d’aglio

– sale e pepe q.b.

– Dopo averla accuratamente pulita di tutte le eventuali imperfezioni, ovverosia dell’eventuale grasso e delle eventuali nervature nonostante tutto presenti sulla carne, taglia la polpa di cinghiale a tocchetti, non eccessivamente piccoli, di almeno un centimetro di lato

– Versa a questo punto la carne in una capiente terrina in vetro, terracotta o ceramica e, dopo averla coperta con abbondante vino rosso, lasciala riposare, in luogo fresco ed asciutto, per circa 24 ore

– Trascorso questo lasso di tempo versa l’olio extravergine di oliva in una capiente padella antiaderente insieme agli spicchi d’aglio che, in precedenza, avrai lasciato interi pur avendoli sbucciati e puliti

– Non appena l’aglio avrà assunto un bel colorito dorato – brunastro rimuovilo e versa in padella la carne di cinghiale che, nel frattempo, avrai scolato della marinata in eccesso, che avrai comunque conservato, ed avrai accuratamente asciugato

– Lascia rosolare la carne, a fuoco vivo, sino a che tutto lo spezzatino non avrà preso colore

– Sfuma, dunque, con il vino della marinata e, non appena l’alcol sarà adeguatamente evaporato, abbassa la fiamma e, dopo aver regolato di sale, pepe ed eventuali altri aromi, cuoci il cinghiale per ulteriori 120 minuti

– Trascorso questo lasso di tempo aggiungi i funghi, che avrai precedentemente fatto scongelare o ammollare in poca acqua tiepida, e, dopo averli lasciati insaporire per alcuni minuti a fiamma viva, copri il tegame e porta a cottura il cinghiale, a fiamma bassa, proseguendo nella preparazione per ulteriori 15 minuti

– Disponi infine spezzatino e funghi sul piatto da portata e, prima di servire in tavola, irrora il tutto con il fondo di cottura che nel frattempo avrai fatto restringere ed addensare con un cucchiaio di farina setacciata ed una abbondante noce di burro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>