Involtini di tacchino ai carciofi

di Vito Verna 1

Tacchino e carciofi per un secondo di carne davvero molto gradevole e piacevole.

Involtini di tacchino ai carciofi

Carciofi e tacchino, a dire il vero da sempre, rappresenterebbero uno degli accostamenti culinari in assoluto maggiormente graditi ed apprezzati dagli intenditori.

Grazie a questa particolare preparazione, che racchiude i carciofi fritti in uno strato di tenerissimo tacchino, se ne riuscirebbero ad apprezzare tutte le peculiari particolarità.

IL TACCHINO

► Cubetti di tacchino con mela caramellata

► Involtini di tacchino con zucchine e cubetti di pomodoro

► Trecce di tacchino al sesamo

 INGREDIENTI

– 4 fette di petto di tacchino

– 4 carciofi

– una tazza di brodo vegetale

– un mazzetto di maggiorana fresca o essiccata

– 2 tuorli

– 40 gr. di burro

– 50 gr. di parmigiano reggiano grattugiato

– due cucchiaiate di pan pesto

– sale

– olio d’oliva

– maizena o farina 00

– mezzo bicchiere di vino bianco

– Dopo averli accuratamente puliti, lavati ed asciugati, priva i carciofi sia delle foglie più esterne, ovverosia di tutte le foglie maggiormente ostiche e dure, sia della barba interna versandoli poi, man mano che avrai finito di pulirli, in una bacinella colma d’acqua fresca addizionata con il succo di un limone

– Una volta pronti taglia i carciofi a spicchi e versali in una capiente pentola colma d’acqua, leggermente salata, affinché bollano solamente per pochi minuti

– Non appena cominceranno a diventare ben teneri scola molto accuratamente tutti i carciofi e versali in una capiente padella antiaderente, possibilmente dai bordi alti, insieme ad una noce di burro

– Non appena il tutto comincerà a sfrigolare, ed i carciofi saranno divenuti ben croccanti, versali in una capiente terrina in vetro e lascialo completamente raffreddare

– Aggiungi, a questo punto, il tuorli delle uova, precedentemente sbattuti, il parmigiano reggiano già grattugiato, il pan pesto, la maggiorana eed una presa di sale

– Mescola il tutto sino ad ottenere un impasto corposo, omogeneo e cremoso che lascerai riposare, in frigorifero e coperto con abbondante pellicola alimentare, per circa 30 minuti

– Trascorso questo lasso di tempo disponi le fettine di fesa di tacchino sulla spianatoia e coprile con un abbondante cucchiaio di ripieno ai carciofi

– Arrotola le fette di fesa di tacchino su se stesse e, una volta che ne avrai ottenuto altrettanti involtini, chiudili e fermali con abbondante spago per alimenti

– Scalda una noce di burro ed un cucchiaio di olio extravergine di oliva in una capiente padella antiaderente e, non appena saranno giunti a temperatura, aggiungi gli involtini che lascerai dorare, a fiamma viva, per alcuni minuti

– Non appena gli involtini avranno preso colore sfumali con abbondante vino bianco e, a questo punto, dopo aver abbassato la fiamma e averli irrorati con abbondante brodo vegetale, cuocili per ulteriori 30 minuti.

Commenti (1)

  1. Ragazzi è una ricetta veramente gustosa…..il tacchino, carne ben saporita deve sposarsi veramente bene con il gusto del carciofo….accostato poi ad un buon vino chissa che risultato esaltante…..
    ps: complimenti per il vostro sito…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>