Abbacchio arrosto

di Vito Verna Commenta

Ecco come cucinare, in modo pressoché perfetto, il classico e tradizionale abbacchio arrosto romano.

Abbacchio arrosto

L’abbacchio arrosto, ricetta tipicamente romana e pasquale, si potrebbe tranquillamente preparare in un qualsiasi periodo dell’anno.

L’importante, infatti, sarebbe disporre della carne migliore che, naturalmente, dovrà risultare decisamente tenera nonché discretamente gustosa.

La lenta cottura al forno, insieme ad alcuni, precisi e selezionati, aromi, contribuirà a perfezionare il piatto.

L’AGNELLO

Costolette di agnello

► Agnello saporito

► Agnello in salsa di tartufo

INGREDIENTI

– 1 agnello da latte (circa 1 kg)

– 2 rametti di rosmarino

– 1 kg di patate novelle

– burro

– sale e pepe

– Lava la carne, che, naturalmente, potrai aver già fatto ridurre dal tuo macellaio di fiducia, ed asciugala accuratamente

– Avvolgila, dunque, in una speciale e speziatissima panatura che avrai realizzato mescolando, e tritando, pezzetti di rosmarino, sale e pepe nero in grano

– Adagia la carne, a questo punto ben insaporita, sul fondo di una teglia precedentemente abbondantemente imburrata

– Inforna dunque la carne, a circa 180 gradi centigradi, ed aggiungi dopo pochi minuti le patate che, in precedenza, avrai provveduto a sbucciare, lavare e, eventualmente, ridurre a pezzi non troppo piccoli

– Cuoci per circa 60 minuti continuamente rivoltando la carne allo scopo di lasciarla adeguatamente dorare su tutta la propria superficie

– Porta dunque in tavola la carne, ancora in un pezzo unico e coronata dalla patate cotte nel proprio sugo, e tagliala solamente nel momento in cui deciderai di servirla.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>