Ribollita

di Alba D'Alberto Commenta

GERMANY-ORGANIC-AGRICULTURELa ribollita è un tipico antipasto toscano divenuto famoso nelle tavole di ogni zona d’Italia. La sua ricetta necessita di molta attenzione e di alcuni accorgimenti. In primo luogo, però, è necessario scoprire quali sono gli ingredienti che occorrono.

Ingredienti

– Trecento grammi di pane raffermo;

– Cinque pomodori;

– Cinquecento grammi di fagioli cannellini secchi;

– Quattrocento grammi di cavolo nero;

– Trecento grammi di cavolo verza;

– 1 cipolla;

– Un porro;

– Due costole di sedano;

– Due carote;

– Due spicchi d’aglio;

– Un pepolino o timo;

– Un bicchiere di olio extravergine;

– Sale;

– Pepe;

Preparazione

Una volta acquisiti e predisposti tutti gli ingredienti, si può procedere con la preparazione della ribollita. Prima di prepararla bisogna però ricordare che i fagioli vanno letti a fuoco molto basso così da far ‘fremere’ l’acqua. In caso contrario i fagioli si romperebbero, si svuoterebbero e rimarrebbero solo le bucce. Inoltre si ha bisogno di due-tre litri d’acqua e due cucchiai d’olio, un pomodoro, uno spicchio d’aglio, la salvia e il sale. Bisogna fare attenzione anche a come si taglia il cavolo nero, al quale vanno tolte le costole. Esso andrà tagliato a listarelle così come il cavolo verza.

Il pane toscano dovrà essere invece tagliato a fette alte un cm e dovrà essere raffermo per una settimana. In conclusione la ribollita bisognerà prepararla un giorno prima di consumarla.

Seguiti questi accorgimenti si può procedere con la preparazione:

Mettere a rosolare in un grande tegame di coccio il trito della cipolla e dell’aglio. Una volta imbiondito, bisognerà aggiungere il porro, il sedano e le carote, affettando molto finemente il tutto per poi unire i pomodori spezzettati, il pepolino, il sale, il pepe ed i cavoli tagliuzzati. Tutte le verdure andranno fatte appassire.

Fatto ciò si prenderanno i fagioli cotti per metterne circa un quarto da parte e passando il resto dentro l’acqua di cottura. Una volta composto il passato bisognerà aggiungerlo alla zuppa e cuocere per circa un’ora o comunque quando il cavolo nero sarà ben cotto.

Dopo questa fase di cottura andranno aggiunti i fagioli interi messi da parte, facendo cuocere ancora per qualche minuto, fino a che la preparazione risulterà piuttosto liquida. Siamo alle fasi finali della preparazione della ribollita, quelle in cui bisognerà affettare il pane e sistemarlo sul fondo su due strati. Prima di servire in tavola bisogna riscaldare a fuoco basso e con il coperchio e, poi, aggiungere un filo d’olio (ma niente formaggio) nei piatti.

ABBINAMENTO VINI

Un Chianti Colli fiorentini o Colli senesi è l’ideale.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>