Tartare di pomodori cuori di bue e Philadelphia

di Alba D'Alberto Commenta

Tartare di pomodori cuori di bue e Philadelphia che come si capisce immediatamente è una ricetta presa pari pari dal sito della Philadelphia. In fondo chi meglio di loro può mettere un freno alle sperimentazioni e fare largo alla fantasia?

Quando si acquista un formaggio spalmabile bisogna sempre fare i conti con le sue caratteristiche speciali e qualche volta si può cadere nella tentazione di esagerare con l’esperimento ottenendo un piatto non proprio gradevole. Per andare sul sicuro abbiamo rubato una ricetta col Philadelphia dal sito in questione. 

Ingredienti per 4 persone

  • 250 g Philadelphia Classico in vaschetta
  • 3 grossi pomodori “cuore di bue” maturi
  • 2 cucchiai di pinoli
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe nero in grani

Procedimento

Lavate i pomodori, asciugateli. Tagliateli a cubetti non troppo piccoli ed eliminate i semi. Versateli in una ciotola e condite con una macinata di pepe ed un filo d’olio. Fate tostare i pinoli a fuoco basso in una padella antiaderente, mescolando spesso.

Disponete su ogni piatto di servizio un coppapasta di circa 8 cm di diametro. Poco prima di servire, componete la tartare: versate sul fondo del coppapasta due cucchiai di pomodori, coprite di Philadelphia formando uno strato di circa 2 cm. Livellate con un cucchiaino. Terminate con 2 cucchiai di dadolata di pomodori.

Sfilate delicatamente il coppapasta. Ripetete l’operazione su ogni piatto. Condite le tartare con un filo d’olio ed un pizzico di sale. Decorate con pinoli tostati.

Il pomodoro cuore di bue (Wikipedia)

Il pomodoro cuore di bue (detto anche semplicemente cuore di bue) è un pomodoro da insalata, grosso ed irregolare, con buccia liscia e sottile. Le dimensioni alla raccolta variano in genere dai 200 ai 300 grammi, sebbene si possano trovare frutti di quasi 500 grammi[1], ha una polpa carnosa e con una consistenza simile a quella del cachi (Diospyros kaki). È molto saporito, aromatico, quasi piccante con pochissimi semi nella polpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>