Ricette tipiche calabresi – Anime Beate

di Alba D'Alberto Commenta

Ci sono delle ricette che per nomenclatura, uso di ingredienti particolari e locali e modalità di preparazione, possono essere etichettate soltanto come calabresi. Ecco tre ricette che possono deliziare il palato e contribuire ad esplorare attraverso il gusto questa meravigliosa regione. 

Qui presentiamo le Anime beate, ma c’è spazio anche per la Carne ara picurara e i Cannarruozzi incipuddrati.

Ingredienti

  • gr. 500 di farina
  • 10 uova
  • ½ litro abbondante d’acqua
  • kg. 1 di sugna
  • sale
  • crema alla vaniglia
  • marmellata di ciliege o mostarda d’uva

Preparazione

Fate bollire l’acqua con un pizzico di sale ed aggiungete gradualmente la farina, girando in continuazione con un cucchiaio di legno fino a quando la pasta ottenuta non tenderà a staccarsi dalla pentola. Toglietela dal fuoco, fatela raffreddare e versatela in un piatto dove sono state sbattute le uova. Amalgamate il tutto e versate, quindi, su un piatto di marmo o legno inumidito con olio d’oliva. Con le mani leggermente bagnate d’olio formate delle pallottole oblunghe ad un’estremità delle quali praticherete un piccolo foro, infilandovi il dito. Friggetele una per volta nella sugna bollente; ma a metà cottura sollevatele e praticatevi un’incisione al centro, seguendo la conferenza, con un coltello bene affilato. Rituffatele nella padella, a fuoco non molto forte, fino a quando acquisteranno un bel colore d’oro antico. Ponetele ritte in un piatto, lasciando le parti con le cavità in alto e cospargendole di zucchero. Versate poi su ognuna di esse mezza cucchiaiata di crema e, al di sopra, un cucchiaino di marmellata, o solo marmellata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>