Marmellata di castagne

di Gabriele 3

La marmellata di castagne è forse quella che più ricorda la fredda stagione invernale e aiuta senza dubbio..

ricci di castagne sull\'albero

La marmellata di castagne è forse quella che più ricorda la fredda stagione invernale e aiuta senza dubbio a renderla più dolce. Dal gusto inconfondibile si presta sia per semplici spuntini spalmandola su fette di pane o come ingrediente per la realizzazione di torte e dolci.

Molta confusione si genera quando la si chiama marmellata di marroni, forse non tutti sanno che tra marroni e castagne c`è una netta differenza. La castagna viene prodotta dal castagno selvatico, ogni riccio contiene tre frutti; il marrone invece è coltivato e selezionato, il frutto è di dimensioni notevolmente maggiori. Comunque si possono utilizzare anche i marroni per farne marmellata.


Realizzare la marmellata di castagne è una operazione semplice ed alla portata di tutti. Il massimo sarebbe farla con castagne raccolte fresche, quindi può essere lo spunto per una passeggiata con familiari ed amici tra i boschi più vicini.

castagne in mano
  • Castagne o Marroni sufficienti per ottenere 1 kg. di purea
  • 1 kg. di zucchero
  • 1 bicchiere piccolo di liquore aromatico
  • Succo di due limoni
  • Acqua

Lavare accuratamente le castagne o i marroni, praticare una incisione sulla buccia con un coltello e metterli a bollire per 20 o 30 minuti. Quando saranno tiepidi sbucciarli e spellarli, quindi passarli al mixer o al passaverdure per ottenere la purea.


Con lo zucchero e 700 dl di acqua preparare uno sciroppo in una pentola capiente, quando lo sciroppo si sarà  addensato abbastanza unire la purea, il succo di limone e lasciare in ebollizione per almeno 30 minuti, avendo cura di mescolare spesso. A metà  cottura aggiungere il liquore, secondo i gusti si può aggiungere in alternativa vaniglia o caffè.

A cottura ultimata riempire i barattoli che avrete preparato in precedenza lavandoli in acqua molto calda. Chiudere con cura i barattoli e, per fare mantenere più allungo la conserva, capovolgerli per circa 5 minuti e poi riporli per farli raffreddare.

Se volete provare a cucinare un delizioso dolce con le castagne, vi consiglio il facile castagnaccio.

Commenti (3)

  1. 700 dl d’acqua? 70 litri?

  2. per umbero ..700 ml
    tu di solito fai bollire le cisterne

  3. grazie ottima ricetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>