La giornata dei segreti, e se facessimo la pasta fredda?

di Alba D'Alberto Commenta

La pasta e per giunta fredda. E quale sarebbe il segreto di questa ricetta così semplice? Anche per questo piatto ci sono mille suggerimenti in circolazione. Abbiamo affrontato battaglie più difficili con pasta frolla e pasta con le vongole. Insieme superiamo anche lo scoglio pasta fredda!

Visto che una volta cotta la pasta, è la scelta dei condimenti a scatenare la fantasia di chi è ai fornelli, vediamo quali sono i problemi che s’incontrano con la ricetta e come superarli. Le domande cui dare una risposta sono diverse e abbiamo trovato l’arcano su Leitv! Quale pasta scegliere? Quanto cuocerla? Come condirla? Quanto tempo prima preparala e come raffreddare la pasta fredda? Ecco le risposte!

–  Quale pasta scegliere per l’insalata di pasta?
La regola è che deve essere corta: il formato dipenderà poi anche da come la condirete. Solo olio e pochi ingredienti freschi potranno essere abbinati a penne e mezzemaniche. Se volete condire la pasta con sughi tipo pesto oppure volete aggiungere della ricotta fresca, preferite fusilli, radiatori e orecchiette.

– Quanto cuocere la pasta fredda?
Per la pasta fredda non sempre vale il tempo di cottura indicato sulla confezione:lasciate cuocere un paio di minuti in meno per avere una pasta che non sia collosa e scotta.

– Quanto tempo prima preparare la pasta fredda
Dovrete assicurarvi di avere il tempo minimo per lasciarla raffreddare per bene:almeno un’ora prima di poterla servire. Se prevedete una cena andrà benissimo preparala anche il giorno prima!

– Come raffreddare la pasta fredda
Sono principalmente due i metodi di raffreddamento della pasta: il primo, più semplice e veloce, prevede che scoliate la pasta sotto acqua fredda corrente mescolandola con un cucchiaio di legno. L’acqua fredda tende a far perdere un po’ di sapore alla pasta, ma vi consente di raffreddarla in davvero pochissimo tempo. In alternativa stendete la pasta scolata normalmente in una teglia da forno e conditela con un cucchiaio di olio: lasciatela quindi raffreddare a temperatura ambiente. Questo secondo procedimento è più lungo ma permette di mantenere intatto il sapore della pasta.

– Come condire la pasta fredda.
Appena scolata dovrete aggiungere sempre un cucchiaio di olio di oliva per essere certi che la pasta non si incolli. Mettetela quindi in una ciotola e conservatela in frigo: il condimento dovrà essere aggiunto solo quando la pasta sarà completamente fredda. Se la quantità di pasta preparata è davvero tanta e la consumerete anche nei prossimi giorni, ricordatevi di aggiungere il condimento a parte solo quando la servite o non potrete conservarla adeguatamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>