Il pane veloce criticato ma buono

di Alba D'Alberto Commenta

Il pane veloce è difficile da spiegare, ma c’è chi ha provato a farlo cercando al tempo stesso di combattere ogni reticenza legata al mix di farine, all’uso del lievito e quant’altro. Insomma la panificazione deve essere lenta e fatta secondo i crismi ma a noi il pane piace anche così. 

Così come? Come lo racconta Vavalina in cucina che ci ragguaglia sulle critiche ma poi ci offre nel dettaglio ingredienti e procedimento. Insomma svelato il segreto non resta che provare

Ingredienti

  • 400 gr farina 00
  • 100 gr manitoba
  • 370 gr acqua tiepida
  • Mezzo cubetto lievito
  • 1 cucchiaino zucchero
  • 2 cucchiaini sale

Procedimento

Tutto nel boccale 1 min vel 7 poi 7 min vel spiga, risulterà un impasto molliccio versare in una ciotola senza capovolgere l’impasto aiutandosi con la spatola, spolverare la superficie con un po di farina,coprire con la pellicola e lasciar lievitare x 1 ora e 30 non di più, trascorsa 1 ora, accendere intanto il forno a 220* x 30min lasciar scaldare bene il forno, finita la lievitazione aiutandosi con la spatola versare l’impasto (sempre senza capovolgere) sulla placca del forno ricoperta da carta forno,spolverare con farina (io ho messo semola di grano duro) infornare x 30 min.

Naturalmente qui si usa l’impastatrice ma anche a mano, lavorando un po’ di più la pasta, si ottiene lo stesso effetto: impasto molliccio da far lievitare e poi cuocere dopo appena un’ora e mezza in forno preriscaldato. Gnam!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>