Frittelle di cotechino per riciclare gli avanzi del Capodanno

di Vito Verna Commenta

Come riciclare, in maniera creativa, il cotechino del cenone di Capodanno.

All’indomani delle festività, in particolar modo di quelle natalizie appena trascorse, non si contano gli alimenti gettati nella spazzatura poiché avanzati in grandissime quantità.

Certamente ciò è dovuto al susseguirsi di pasti e cene quanto mai luculliani che fiaccano lo spirito e l’appetito dei commensali più tenaci che, a fine anno, alla prova del grandioso cenone di Capodanno, cedono senza riuscire a consumare ogni singola imponente portata presentata in tavola.

Una possibile soluzione al problema, come si può facilmente intuire, potrebbe essere quella di ridurre la quantità dei piatti preparati, oppure ancora delle portate o delle porzioni così che, chiunque sieda a tavola, possa gustare, senza problemi, ognuna delle pietanze che gli vengono presentate.

Questa strategia, oltre ad essere utile per evitare gli sprechi alimentari, potrebbe rivelarsi vincente nel caso in cui si desideri superare le feste senza ingrassare.

Qualora, però, tutto questo non sia possibile, per i più svariati motivi, risparmiare evitando gli sprechi alimentari è possibile cercando di riutilizzare, in maniera creativa, quanti più avanzi possibili.

È il caso di queste frittelle di cotechino che andiamo subito a descrivervi.

INGREDIENTI

– 200 grammi di farina

– 15 grammi di lievito di birra

– acqua

– avanzi di cotechino

– sale

– olio di arachidi

– Si comincerà preparando una pastella secondo tradizione. Per farlo si farà sciogliere il lievito in poca acqua calda alla quale si aggiungerà, mescolando energicamente, farina setacciata e acqua tiepida così da ottenerne un composto morbido, cremoso e non troppo liquido

– La pastella, una volta preparata, dovrà riposare in frigorifero per circa almeno un’ora

– Nell’attesa si ridurrà il cotechino a cubetti

– Una volta pronta la pastella vi si immergerà il cotechino

– A questo punto, aiutandosi con l’aiuto di un cucchiaio, si verserà la pastella in abbondante olio di arachidi bollente, attendendo, per pochi minuti, che si formino e si dorino le nostre frittelle di cotechino che, successivamente, rimuoveremo dall’olio per porle sopra un panno molto assorbente.

– Servire, ben sgocciolate, ancora calde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>