Dal Belarus il pancake i patate

di Alba D'Alberto Commenta

I Draniki sono una specie di pancake ma, a base di patate grattugiate. Tuttora, in Bielorussia, è considerato uno dei piatti più tradizionali e popolari.

Non c’è molto altro da aggiungere se non che essendo una ricetta nuova è bene seguirla per filo e per segno come la racconta lo chef al sito dell’EXPO prima di apportare delle saporite variazioni. 

Ingredienti

  • 1 chilo di Patate
  • 200 grammi di Panna acida
  • 2 cucchiai da tavola di Farina
  • 3 prese di Sale
  • 1 Uova
  • 7 cucchiai da tavola di Olio di semi di girasole

Preparazione

  1. Grattugiare circa un chilo di  patate crude e far colare tutto il liquido.
  2. Mescola un cucchiaio di panna acida con due cucchiai di farina, l’uovo e il sale.
  3. Versare l’impasto, poco alla volta, con l’aiuto di un cucchiaio, in una padella con olio caldo e cuocere da entrambi i lati. Servire le frittelle ben calde.

Le origini del pancake da Wikipedia

Il pancake è un dolce tradizionale per la prima colazione nell’America settentrionale[1] e, con molte varianti, in altre parti del mondo.

Si tratta di frittelle simili alle crêpe, ma spesse circa 25-30 mm. La ricetta prevede l’impiego di burro, farina, latte, vanillina, sale, zucchero e uova[2][1] . Esistono tuttavia alcune varianti, che vedono anche l’aggiunta di cannella o miele o l’uso dello yogurt al posto del latticello. Lo spessore è dovuto alla consistenza dell’impasto e alla presenza del bicarbonato di sodio o di un altro lievito chimico. Generalmente sono dolci, accompagnate da sciroppo d’acero, confettura o burro d’arachidi. Possono essere anche salate, con delburro fuso sul pancake caldo, uova o bacon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>