Culurgiones: ravioli sardi, come si preparano

di Alba D'Alberto Commenta

Dopo essere stati protagonisti di una puntata di Unti e Bisunti, ecco la ricetta originale di questo prodotto della gastronomia sarda, così come lo raccontano gli chef che hanno contribuito alla realizzazione del sito di ricette collegato all’EXPO. 

I culurgiones, sono i tipici ravioli sardi, uno di quei piatti che tutti dovrebbero assaggiare almeno una volta nella vita. Questi ravioli sono ripieni di patate, ma si preparano in modo diverso da zona a zona o da famiglia a famiglia, come accade per tutti i piatti tradizionali. Il ripieno è a base di patate e pecorino, o semplicemente patate, cipolla e tanta menta. La loro preparazione richiede un po’ di esperienza, ma solo per la forma particolare, la chiusura a spiga va fatta rigorosamente a mano.

Ingredienti

 

  • 600 grammi di Farina di grano duro o semola
  • 100 grammi di Farina
  • 120 millilitri di Olio extravergine d’oliva (EVO)
  • 375 millilitri di Acqua
  • 20 grammi di Sale
  • 1500 grammi di Patate
  • 150 grammi di Cipolle
  • Spicchio di aglio
  • grammi di Menta

 

Preparazione

  1. Per prima cosa lessate le patate con la buccia, pelatele e schiacciatele con uno schiaccia patate o un passaverdura.
  2. Tritate la cipolla, versatela in una padella antiaderente con gli spicchi d’aglio interi e 100 millilitri di olio, fate rosolare bene a fiamma bassa fino a ottenere il trito di cipolla morbido e dorato.
  3. Versate le patate schiacciate, il trito di cipolla al quale avrete tolto l’aglio intero e aggiungete sale e menta tritata.
  4. Amalgamate bene tutti gli ingredienti e controllate, in base ai vostri gusti, se può andar bene di sale e menta. 
  5. Versate la farina e la semola in una ciotola, aggiungete 20 millilitri di olio, l’acqua e il sale, amalgamate bene fino ad ottenere una palla liscia e morbida.
  6. Una volta preparato l’impasto base e il ripieno, passiamo a tirare la pasta e preparare i culurgiones. Se avete la sfogliatrice è molto più semplice, tagliate due pezzi di pasta e passateli nella sfogliatrice fino ad ottenere una sfoglia sottile e adagiatela su un piano infarinato. Se non avete la sfogliatrice potete usare il mattarello.
  7. Se utilizzate la sfogliatrice, vi consiglio di passare la sfoglia fino al penultimo spessore, tagliate i cerchi con un bicchiere o un coppapasta di quella misura, farcite metà di ogni disco di pasta con il ripieno preparato e piegate la pasta.
  8. Chiudete a spiga pizzicando la pasta con le dita, il piccolo video vi sarà d’aiuto. Proseguite in questo modo fino ad ultimare gli ingredienti.
  9. Proseguite in questo modo fino ad ultimare gli ingredienti, si possono consumare subito o congelare nei vassoi per poi trasferirli nei sacchetti da freezer. 
  10. Cuocete i culurgiones in abbondante acqua salata e scolateli una volta che saliranno a galla. Conditeli senza aggiunta di olio o altri grassi, ma solo con del buon pecorino grattugiato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>