Crema di topinambur, cioccolato e gorgonzola

di Alba D'Alberto Commenta

Una ricetta semplice, quella della crema di patate dolci, cioccolato e gorgonzola, sul sito del Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola DOP, quello da cui abbiamo tirato fuori già altre ricette legate alla figura di Cannavacciuolo.

Ingredienti ridotti e una preparazione semplice per un secondo piatto ricco di gusto dove la forza del cioccolato si sposa con la forza del gorgonzola e tutto è stemperato da una crema dolce di topinambur. 

cioccozola

Ingredienti per 4 persone

  • 300g di topinambur
  • 2 patate piccole
  • 3 scalogni
  • 1l di brodo vegetale
  • 200g di gorgonzola
  • 50g di cioccolato fondente
  • Olio extra vergine d’oliva

Preparazione

In una pentola soffriggere lo scalogno fino a farlo dorare, aggiungere le patate tagliate fini e i topinambur. Bagnare il tutto con brodo vegetale e portare a cottura tutte le verdure. Frullare il composto in modo da ottenere una crema bianca e liscia. Impiattare in una fondina la crema e guarnire con pezzetti di gorgonzola e scagliette di cioccolato. Aggiungere alla fine delle gocce di olio extra vergine d’oliva in tutta la crema.

Sulle proprietà del cioccolato siamo tornati più di una volta mentre poco abbiamo detto delle particolarità del gorgonzola. Usiamo il sito del Gorgonzola per capire: 

Il gorgonzola è un formaggio a pasta cruda di colore bianco paglierino, le cui screziature verdi sono dovute al processo di erborinatura, cioè alla formazione di muffe. Si presenta quindi cremoso e morbido con sapore particolare e caratteristico, leggermente piccante il tipo dolce, sapore più deciso e forte il tipo piccante la cui pasta risulta più erborinata, consistente e friabile. Per godere al massimo della cremosità del gorgonzola dolce, è bene toglierlo dal frigorifero almeno mezz’ora prima di consumarlo. Entrambi sono prodotti con latte pastorizzato proveniente da stalle situate nella zona di origine con aggiunta di fermenti lattici e muffe selezionate che conferiscono le caratteristiche venature. La stagionatura si protrae per almeno 50 giorni per il tipo dolce ed oltre 80 giorni per il tipo piccante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>