Come usare le foglie esterne della verza

di Alba D'Alberto Commenta

Di questi tempi al mercato (ma anche al supermercato) troverete e a buon prezzo, perché di stagione, ogni sorta di cavolo, compreso il cosiddetto cavolo verza, chiamato anche semplicemente verza. Potete trovare quello chiuso con le foglie che aderiscono una all’altra e potete trovare quello con le foglie aperte. Se avete scelto questo tipo di verza, potete usare le foglie esterne in due modi gustosi. 

La verza è di stagione ma soprattutto è molto versatile per cui potete usarla come contorno – è l’uso più semplice e comune – ma anche per la realizzazione degli antipasti o come base per il risotto. Abbiamo già dato delle indicazioni per la preparazione del risotto con verza e salsiccia e quindi adesso immaginiamo che abbiate messo da parte le foglie più esterne, quelle che risultano dure e sono anche parecchio grandi. 

Con le foglie esterne, per stasera, potete cimentarvi nella preparazione degli involtini o fagottini. La ricetta tradizionale v’impone sicuramente di comprare ingredienti che potreste non avere in casa. Noi invece vogliamo stimolare la vostra fantasia ai fornelli, chiedendovi di realizzare degli involtini sfiziosi. Per cui sbollentate le foglie di verza e poi stendetele su un canovaccio facendo attenzione a non cuocerle troppo in modo che restino integre anche dopo la farcitura. Potete riempire poi il centro delle foglie con tanti pezzettini di formaggio o residui di salumi, avendo cura di chiudere i fagottini con gli stuzzicadenti oppure con un filo alimentare. Potete tentare anche degli accostamenti più audaci mescolando formaggio e frutta, per esempio pere e brie, oppure usando legumi, per esempio uova e piselli. Se invece volete la ricetta classica degli involtini di verza, eccola qua

In alternativa potete realizzare con le foglie di verza più esterne, un contorno alla birra molto particolare. Tagliate le foglie più esterne lavate a listarelle. Pulite una cipolla, lavatela e tritatela. Mettete a soffriggere in una padella un po’ d’olio e la cipolla. C’è chi mescola olio e burro ma dipende dal vostro grado di perversione. Fate appassire la verza in padella. Salate e pepate. Poi aggiungete 10 gr di maizena, 1 dl di birra e fate cuocere altri trenta minuti. Spolverate con il cumino prima di servire caldo in tavola questo contorno. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>