Trofie al pesto

di Vito Verna Commenta

Ecco come preparare le trofie al pesto secondo tradizione.

Trofie al pesto

Ricetta tipicamente ligure, le trofie al pesto, ormai conosciute ed apprezzate in tutta Italia, sono ancora più buone ed acquistano ancora più sapore nel caso in cui l’impasto per la realizzazione delle fresche trofie venga preparato direttamente in casa con ingredienti semplici e genuini.

LA PASTA

► Fusilli alla pancetta e zucca

► Spaghetti agli asparagi e mandorle

► Tagliatelle limone e scampi

INGREDIENTI

– 500 grammi di farina

– sale

– 40 foglie di basilico

– un cucchiaio di pecorino grattugiato

– 4 cucchiai di parmigiano grattugiato

– 2 cucchiai di pinoli

– 5 cucchiai di olio EVO

– una spicchio d’aglio

– sale

– Versa la farina sulla spianatoia dopo averla setacciata con un pizzico di sale fino

– Aggiungi, a poco a poco, tanta acqua bollente quanto ne basta per ottenere un composto, che lavorerete energicamente con le mani, liscio, omogeneo e compatto

– Stendi accuratamente la pasta così ottenuta, naturalmente con l’aiuto di una mattarello, o dopo averne ricavato uno strato molto sottile dividilo, con l’aiuto di un coltello, così da ricavarne tante piccole porzioni della forma e della dimensione di un fagiolino

– Prendi i fagiolini tra le mani e, energicamente, arrotolali su loro stessi sino ad ottenere le classiche trofie che noi tutti conosciamo

– Prepara, a questo punto, il pesto semplicemente tritando con il mixer tutti gli ingredienti necessari

– Lessa le trofie e, non appena saranno pronte, scolale, versale sul pesto fresco appena preparato, mescola accuratamente il tutto e porta in tavola spolverando con poco formaggio grattugiato fresco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>