Spaghetti con il rafano ricetta tradizionale

di Vito Verna Commenta

La ricetta di Ode Al Vino degli spaghetti con il rafano.

Dopo avervi spiegato la semplicissima ricetta della carbonara, vogliamo presentarvi un altro primo piatto che ben fa risaltare le caratteristiche degli spaghetti, formato di pasta che è diventato ormai sinonimo della cucina italiana, conosciuto in tutto il mondo e grazie al quale è possibile preparare ottime ricette tradizionali.

Stiamo parlando degli spaghetti con il rafano, primo piatto della cultura della Basilicata.


INGREDIENTI

– 500 grammi di spaghetti

– 500 grammi di pomodori freschissimi

– alcune foglie di basilico

– olio EVO q. b.

– sale q. b.

– La prima operazione da compiere è quella, a dire il vero un poco laboriosa, di sbucciare, privare dei semi e tagliare a tocchetti i nostri freschi pomodori

– A parte, non appena avremo concluso il primo passaggio, bisognerà avviare una soffritto, a fuoco moderato, con un filo d’olio, il sale, le nostre foglie di basilico e, infine, i nostri pomodori

– Si lascerà il tegame sul fuoco sino a che la nostra salsa non sarà ben amalgamata e ben insaporita

– Successivamente si provvederà a cuocere i nostri spaghetti in abbondante acqua salata, badando di scolare quando saranno cotti perfettamente al dente

– Si prepareranno, infine, generose porzioni che, prima di servire, verranno cosparse con abbondante rafano, freschissimo e grattugiato al momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>