Risi e bisi

di Fabiana Commenta

Un piatto tipico della città di Venezia, ma dalle lontane origini bizantine

Risi e bisi è un piatto tipico della cucina veneta: si tratta di un molto semplice a base di riso e piselli e sembra che abbia origini bizantine.

Tuttavia è sempre stato storicamente molto importante nella città di Venezia visto il 25 aprile, in occasione della festa del patrono della città San Marco, era tradizione in città offrire al Doge risi e bisi.

Il piatto ha conosciuto una certa popolarità anche nell’Ottocento quando è stato legato in un certo qual modo al concetto di nazione: “Risi, bisi e fragole” era lo slogan simbolo del tricolore italiano (bianco, rosso e verde) che i veneziani rivolgevano in segno di protesta contro gli Austriaci che occupavano il Lombardo-Veneto. 

 

INGREDIENTI

  • 200 gr di riso
  • 1 kg  di piselli teneri
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 50 gr di pancetta
  • Mezza cipolla
  • Prezzemolo
  • 50 gr di burro
  • Grana padano grattugiato

 

RISOTTO PISELLI

 

 

PREPARAZIONE

Sgranate i piselli e tenete da parte qualche baccello.

Portate a ebollizione il brodo e nel frattempo lasciate sbollentare i baccelli in acqua salata per 30 minuti circa.

Tritate la pancetta, lavate, tagliate e tritate la mezza cipolla e il prezzemolo.

Preparate all’interno di una casseruola un soffritto con la cipolla, la pancetta tritata e circa 30 gr di burro.

Quando la cipolla sarà diventata dorata allora dovrete unire anche i piselli e metà del prezzemolo tritato.

Aggiungete un mestolo di brodo riscaldato, mescolate e coprite lasciando cuocere per circa 10 minuti.

 

Nel frattempo i baccelli sbollentati saranno pronti: frullateli con un po’ della loro acqua di cottura, poi filtrate il passato e unitelo gradualmente al brodo in ebollizione e poi versate tutto sui piselli.

Portate tutto il composto ad ebollizione, poi continuate a mescolare e unite il riso: mescolate spesso fino a quando non sarà cotto (ci vorranno 15 minuti circa). 

Al termine della cottura il composto dovrà apparire cremoso, come una sorta di risotto, ma un po’ più morbido. 

Mantecate la preparazione con il burro rimasto e il parmigiano grattugiato, impiattate e decorate con il restante prezzemolo.

Foto Thinkstock

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>