Pasta piccante alla genovese

di Fabiana Commenta

Un primo piatto ricco della cucina campana, a base di carne e cipolle

pasta alla genoveseIl nome può ingannare e depistare circa l’origine del piatto, ma contrariamente a quanto si pensa, la pasta genovese non solo un piatto ligure, ma un primo piatto della ricchissima cucina campana. 

Sembra infatti che il nome derivi dalle origini (genovesi per l’appunto) della famiglia che inventò questo primo piatto molto ricco a base di carne e cipolle. 

La preparazione del piatto è un po’ lunga, ma decisamente facile

 

 

 

INGREDIENTI

  • 300 gr di pasta corta (ziti, rigatoni, penne, etc.)
  • 600 gr di cipolle
  • 600 gr di carne di vitello o manzo
  • 2 carote
  • 2 coste di sedano
  • 1 litro di brodo o acqua
  • Un bicchiere scarso di vino bianco
  • Parmigiano reggiano grattugiato
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe

 MEZZI ZITI ALLA GENOVESE

CARNE ALLA GENOVESE

 

PREPARAZIONE

 

Preparate gli ingredienti per un soffritto. Pulite e tagliate le cipolle, le carote e il sedano, poi tagliate tutto a dadini. Preparate un soffritto con carota e sedano insieme all’olio all’interno di una pentola piuttosto grande.

 

Tagliate a pezzetti della stessa dimensione il vostro pezzo di carne e quando il soffritto sarà pronto, aggiungete anche la carne e le cipolle, lasciando cuocere per circa 5 minuti. 

Mescolate e poi sfumate con il vino bianco: non appena il vino sarà evaporato, aggiungete anche il brodo (se volete rendere più saporito il piatto: in alternativa andrà benissimo anche l’acqua).

Aggiungete il sale e coprite con il coperchio. 

 

Dovrete lasciare cuocere per circa tre ore lasciando stufare lentamente le carne a fuoco basso, ma ricordate di mescolare gli ingredienti di tanto in tanto. 

 

Quando il condimento sarà pronto, preparate la pasta: cuocete la pasta (ottimi gli ziti, la tradizionale pasta corta napoletana) nell’acqua bollente salata.

Scolate la pasta e aggiungetela al condimento preparato; mescolate per far insaporire la pasta, poi conditela ancora con del parmigiano reggiano grattugiato, il peperoncino e un filo d’olio a crudo.

La pasta tradizionale da associare alla ricetta sono gli ziti, ma ovviamente potrete scegliere qualsiasi altro tipo di pasta, meglio se corta, come penne o rigatoni. 

 

 

 

Foto Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>