Mezzi ziti alla genovese

di laura86 Commenta


Uno dei piatti tipici della tradizione culinaria napoletana è “La genovese”. La sua preparazione richiede molta pazienza, però gli sforzi saranno ricompensati da un gusto unico che riusciremo ad apprezzare fin dal primo boccone. Le origini del nome sono ancor oggi poco note. Secondo alcune leggende il piatto è chiamato “genovese” perché veniva preparato in una trattoria di Napoli posta vicino all’attracco delle navi provenienti da Genova. Altre, invece, dicono che si trattava di una pietanza preparata dai marinai genovesi.

INGREDIENTI
1 foglia di alloro
1 l di brodo di carne
500 gr di carne bovina (girello o scamone)
60 gr di carote
450 gr di cipolle ramate
Olio di oliva extravergine
400 gr di pasta tipo ziti
Pepe
Rosmarino
Sale
60 gr di sedano

PREPARAZIONE
Preparare tutte le verdure (cipolle, carote e sedano) lavandole e tagliandole in piccoli pezzi.
Tagliare la carne in pezzi grandi circa 1 cm.
Mettere sul fuoco una pentola larga e versare dell’olio extravergine d’oliva. Inizialmente far soffriggere a fuoco vivace il sedano e la carota per circa 4 minuti, aggiungere poi la cipolla ed infine, quando la cipolla sarà appassita, aggiungere la carne, un rametto di rosmarino, l’alloro e coprire il tegame con un coperchio lasciando cuocere il tutto a fuoco basso per circa 3 ore. Dobbiamo ricordarci di controllare il sugo ogni 15-20 minuti per verificare che non si stia seccando. Se dovesse asciugare aggiungere del brodo di carne.

Trascorse le 3 ore aggiungere il brodo in 2 o 3 volte, coprire la pentola e cuocere per altre 2 ore. Quando il sugo sarà pronto, cuocere gli ziti spezzandoli in 2 parti, ed aggiungerli al sugo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>