Verdure ai bambini, con i ravioli è meglio

di Alba D'Alberto Commenta

Un’idea sfiziosa per stupire gli ospiti o per far mangiare anche le verdure ai bambini. I ravioli farciti così come sono proposti dal sito dell’EXPO che in questi mesi ci ha deliziato con trovate culinarie adatte ad ogni genere di palato. 

In questo caso i ravioli sono un escamotage ma sono anche una soluzione piena di gusto. Un po’ come le polpette svizzere di cavolo e formaggio filante, ecco un altro sistema per ingannare i ragazzi e fare in modo che mandino giù bocconi che altrimenti allontanerebbero seduta stante. In fondo, di base, ci sono ingredienti semplici e nutrienti. Difficile trovare delle alternative altrettanto valide.

file_542eeba8c4a59

Ingredienti 

  • 200 grammi di Farina
  • Uova
  • presa di Sale
  • presa di Zafferano
  • bicchierino di Acqua
  • 500 grammi di Melanzane
  • 200 grammi di Scamorza
  • presa di Maggiorana, fresca
  • presa di Sale
  • presa di Pepe nero

 

Preparazione

  1. Mettere la presa di zafferano in un poco d’acqua tiepida e lasciare in infusione qualche minuto.
  2. Intanto impastare la farina con le uova e un pizzico di sale. Aggiungere pian piano l’acqua all’occorrenza, iniziando da quella dove avrete messo lo zafferano. Formare una palla e lasciarla riposare coperta al fresco almeno un’ora.
  3. Preparare il ripieno pulendo la melanzana dalla buccia.  Tagliarla a fettine spesse, salare, oliare leggermente e mettere nel forno funzione grill per 10 minuti circa.
  4. Riprendere l’impasto, stendere la sfoglia e poi fare i ravioli farcendoli con il nostro impasto di melanzane. Cuocerli in abbondante acqua salata, scolarli e condirli anche solo con burro e maggiorana.
  5. Far raffreddare e frullare con la scamorza e qualche foglia di maggiorana. Regolare di sale e pepe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>