Cosa comporta mangiare la zucca

di Alba D'Alberto Commenta

La zucca è uno dei grandi ortaggi della stagione autunnale. All’interno della cucina italiana viene ritenuta una verdura appartenente alla cucina regionale e popolare, ma tra i fornelli si presta a realizzare molte ricette, dunque è molto versatile. E’ ancora poco conosciuta forse per le sue importanti proprietà, ragione per cui è importante sapere che cosa comporta mangiare la zucca. 

Vellutata di zucca

Cosa provoca mangiare la zucca

La zucca è infatti ricca di importanti proprietà, a partire dal suo colore, il colore arancione, il quale è dovuto per lo più ad un’alta presenza di betacarotene, una sostanza che l’organismo trasforma in vitamina A. Il betacarotene è un potente antiossidante, cioè in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi e, quindi, di ridurre l’invecchiamento dei tessuti. La zucca è insomma una alleata della bellezza della pelle e una nemica delle rughe. 

La zucca è inoltre perfetta nelle diete perché ipocalorica, cioè praticamente priva di grassi (ne contiene solo lo 0,1 per cento) e ha la caratteristica di saziare molto chi la mangia, perché è ricca di fibre. Mangiare la zucca comporta un buona apporto di vitamine e sali minerali, ma aiuta anche ad eliminare il gonfiore. 

La zucca riesce infatti a drenare i liquidi in eccesso perché è povera di sodio ed è molto ricca di acqua, dal momento che ne contiene per il 94,6 per cento del suo peso. E’ quindi indicata anche per chi soffre di pressione alta. 

Le fibre, invece, favoriscono un corretto funzionamento dell’intestino e unite al mannitolo, uno zucchero complesso, possono avere a volte anche un leggero effetto lassativo. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>