Come si preparano i Tortanelli di Pasqua

di Alba D'Alberto Commenta

Una ricetta semplice per Pasqua, quella dei tortanelli. Ecco come si portano in tavola queste squisitezze. La nostra ricetta presa dall’EXPO, un ricettario che onora anche la tradizione italiana. 

La Pasqua in Calabria è anche dolcezza e se i Napoletani hanno la Pastiera noi, tra le tante ricette della festa, abbiamo i Tortanelli di Pasqua: tarallucci ricoperti di una sorta di glassa chiamata “U’Naspr” caratterizzata da albume, zucchero a velo e succo di limone. Da bambina ricordo che si era soliti appendere alle palme dei più piccoli tanti tortanelli, questi tarallucci glassati davano molta allegria e creavano un effetto molto scenografico. Quella dei tortanelli, è una semplice ricetta e anche economica ma ricca della nostra tradizione culinaria.

file_551bf1fac1aca (1)

Ecco l’introduzione ma passiamo subito a ingredienti e preparazione.

Ingredienti

  • Uova
  • 300 grammi di Farina
  • 70 grammi di Olio extravergine d’oliva (EVO)
  • 16 grammi di Lievito per dolci, in bustina
  • Albume
  • 190 grammi di Zucchero a velo
  • 1/2 Succo di limone

 

Preparazione

  1. Per prima cosa impastate i taralli: in una ciotola capiente rompete e sbattete le 5 uova e aggiungete l’olio con il lievito continuando a sbattere. A questo punto versate la farina continuando a sbattere, fino a quando l’impasto non diventa sodo e lavorabile. Passate l’impasto su una spianatoia e lavoratelo per bene fino a formare un panetto liscio e omogeneo. Fatelo riposare per almeno un quarto d’ora dopo di che iniziate a creare i taralli.
  2. Per creare i taralli fate dei bastoncini allungandoli con le mani, grandi un dito. Fate dei cerchi e premete la parte laterale al punto di dare una leggera incavatura. Infornate i taralli su una teglia coperta con carta da forno, a forno statico a 170 gradi per 20 minuti circa, insomma fino a doratura.
  3. Intanto preparate la glassatura: montate albume e limone insieme con lo sbattitore elettrico, a frullini in movimento aggiungete lo zucchero fino a creare una glassa soda. Consiglio la prova forchetta per questo passaggio, ovvero: se sta in piedi la forchetta la glassa è pronta. 
  4. Una volta cotti i taralli spennellate su ognuno la glassa con un pennello, oppure immergeteli direttamente in essa. Fate indurire la glassa in superficie almeno per una notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>