Ricetta crema inglese

di Alessandro Bombardieri Commenta

La crema inglese potrebbe ricordare la più classica e famosa crema pasticcera...

crema-inglese

La crema inglese potrebbe ricordare la più classica e famosa crema pasticcera, ma differisce da quest’ultima in quanto in questa crema non è previsto l’utilizzo della farina, con il risultato di avere una crema più fluida e meno densa.

La crema inglese può essere servita in coppa come dolce da cucchiaio, oppure può anche essere usata per accompagnare savoiardi, lingue di gatto, o più in generale biscotti secchi. La crema inglese può anche essere utilizzata per accompagnare dolci a pasta lievitata.

Mezzo litro di latte fresco
6 uova
1 bacca di vaniglia
130 grammi di zucchero

Per prima cosa incidiamo con un coltello la bacca di vaniglia e togliamo tutti i semini interni, poi la inseriamo nel latte in un pentolino dal fondo spesso.

Mettiamo sul fuoco molto basso e portiamo il latte vicino all’ebollizione, poi togliamo la bacca.

Intanto sbattiamo in una ciotola i tuorli delle uova e lo zucchero, arrivando ad avere un composto omogeneo. Uniamo al latte e mescoliamo con un mestolo di legno ottenendo un composto liscio e omogeneo.

Facciamo cuocere stando attenti a non far bollire mai la crema (massimo 84°). Per capire se la crema è pronta basta immergere un cucchiaino, se estraendolo la crema gli rimarrà sopra allora è pronta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>