Pasqua, come si fanno le susumelle

di Alba D'Alberto 1

Pasqua è un’occasione per portare in tavola i piatti della tradizione ma non sempre e non necessariamente bisogna riferirsi alla tradizione locale. Ecco tre ricette utili per sperimentare la tradizione gastronomica italiana. Vediamo come si preparano tortanelli, colomba e susumelle. 

Qui parliamo delle susumelle. Il punto di partenza è ovviamente il ricettario dell’EXPO da cui abbiamo tirato fuori descrizione del piatto, foto, ingredienti e preparazione. 

Le Susumelle Calabresi di Pasqua sono dolci della tradizione, un’antica ricetta che si tramanda da madre in figlia. Conosciute anche come ”nginetti” o ”ciambelle”. Nei tempi passati si aspettava il periodo antecedente le Palme per la preparazione di questi dolci che venivano conservati anche per il giorno di Pasqua. Non c’era una misura e nel farle ci si regolava in base alle uova che si usavano. Due/tre giorni prima delle Palme si faceva il pane nel forno a legna e in quel giorno venivano preparate anche le susumelle. Le Susumelle Calabresi di Pasqua erano dei dolci che si usavano il giorno delle Palme. Queste ciambelle decorate con confettini colorati venivano legate con nastri colorati e vi si adornavano le Palme che erano portate in chiesa per farle benedire. Con il passare degli anni quest’usanza è andata persa. Questi dolci erano usati anche per altre feste. In previsione dei matrimoni era uso prepararne tanti, per tutti gli invitati che partecipavano al banchetto nuziale.

Ingredienti

  • 550 grammi di Farina
  • Uova
  • Albume
  • 200 grammi di Zucchero a velo
  • 1/2 Succo di limone
  • 10 grammi di Codette di zucchero
  • pizzico di Sale

 

Preparazione

  1. Rompere le uova in una ciotola, mettere un pizzichino di sale x ogni uovo e aggiungere farina un poco alla volta, fino ad assorbimento. Dovrà risultare un impasto compatto e morbido. Il segreto sta nell’impasto: bisogna impastare bene e a lungo. Utilizzare poi l’impasto ottenuto per formare le ciambelle.
  2. Mettere dell’acqua a bollire in una pentola e quando inizia a bollire mettere dentro le ciambelle una alla volta. Quando vengono a galla prenderle con una schiumarola e disporle su un tovaglia ad asciugare.
  3. Prima d’infornarle inciderle tutto intorno con il coltello, così che durante la cottura si aprano.
  4. Cuocetele in forno caldo a 240°C per trenta minuti circa. La cottura è molto importante: devono essere bene asciutte, non devono scurirsi ma restare chiare e all’interno devono essere compatte. 
  5. Preparazione della meringa: sbattere gli albumi con lo zucchero a velo e 1/2 limone spremuto per togliere il sentore della chiara d’uovo (non utilizzate una frusta elettrica ma una forchetta, in modo che diventi morbida come una crema). Ripassare le susumella “nturrare e susumella“ come si dice in dialetto calabrese nella meringa e cospargerle di confettini colorati. Far asciugare al forno a temperatura bassa (50°C circa).

Commenti (1)

  1. La ricetta è di mia proprietà e presente nel mio blog, http://blog.giallozafferano.it/incucinaconmire/susumelle-calabresi-di-pasqua/ avete dato un aggiustatina e l’avete pubblicata senza nessuna autorizzazione. Vi invito a riumuoverla immediatamente, altrimenti segnalerò agli organi competenti grazie Mirella Pagliaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>