Il mars fritto è nato in Scozia, leccornia o porcheria?

di Alba D'Alberto Commenta

Gli scozzesi hanno delle ricette tipiche e quella degli scones ci mette al sicuro: abbiamo onorato la loro tradizione gastronomica. Sta di fatto che nei ricettari di questo Paese da vent’anni ad oggi è presente anche la ricetta del mars fritto. Si tratta di una porcheria in grande stile o di una leccornia alla quale è impossibile dire no?

Siamo alle solite: è appassionata di rugby e se non propone una ricetta di chef Rubio, quanto meno ci ossessiona con le ricette tipiche dei paesi che incontrano l’Italrugby. È così, proprio così. E dopo la ricetta degli scones passiamo a quella del mars fritto, perché il fritto ha sempre un perché: è un richiamo del gusto!

Il mars è il mars, la famosa e apprezzata barretta di cioccolato e caramello. In questa ricetta i mars sono avvolti nella pastella e poi fritti. Come se non bastassero già le calorie delle barrette. Alla fine si ottengono delle frittelle che vent’anni fa erano vendute nei negozi scozzesi di fish and chips e oggi, nella nostra società obesa, si possono gustare insieme ad un bel piatto di sensi di colpa. 

Ingredienti

  • barrette Mars
  • farina 
  • Maizena 
  • lievito in polvere per dolci 
  • latte o birra 
  • olio di semi di girasole 

Procedimento

Fate raffreddare bene le barrette Mars in frigorifero. E fatele stare a lungo al freddo, almeno una notte. E non accelerate il processo inserendole in freezer perché è troppo. Preparate una pastella usando una tazza di farina e metà della stessa tazza di Maizena e un pizzico di lievito in polvere per dolci. Quindi unite a questo mix secco poi unite il latte o la birra fino ad ottenere un composto fluido e denso.

Fate riscaldare l’olio e tuffateci dentro le barrette dopo averle immerse nella pastella. Friggete fino a quando la pastella non sia dorata su tutti i lati. Il consiglio è quello di farli asciugare sulla carta da cucina e di servirli con qualcosa di fresco, un gelato al fior di latte di solito. 

Photo Credit | Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>