Frutta fritta caramellata senza glutine

di Alba D'Alberto Commenta

Si può friggere la frutta e così renderla ancora più buona di quanto non lo sia nella versione genuina e naturale, ma si può anche evitare di usare elementi a base di glutine, soddisfacendo la voglia di qualcosa di dolce espressa anche dagli amici “intolleranti” a tavola. 

“Ecco un grande classico della cucina cinese che chi soffre di celiachia, spesso, o non ha mai assaggiato o non può più mangiare dopo la diagnosi. Da celiaca, ho pensato di realizzarne una versione senza glutine buona per tutti.” L’introduzione fatta dal sito dell’EXPO non lascia scampo. Se però non avete problemi di questo tipo, anche una cassata semifredda non è male. 

file_5548a14d12684

Ingredienti

  • 100 grammi di Farina di riso, consentita
  • Uova
  • Mele
  • Banane
  • 1/2 bicchiere di Acqua, ghiacciata
  • litro di Olio di arachidi
  • 400 grammi di Zucchero
  • cucchiaio da tavola di Semi di sesamo

Preparazione

  1. Sbucciate le mele e le banane e tagliate le prime a spicchi e le ultime in grossi pezzi. Preparate una pastella densa mescolando in una ciotola la farina di riso, la fecola, le uova sbattute e l’acqua ghiacciata. Immergete la frutta nella pastella e friggetela in un wok con l’olio, fino a che diventerà molto croccante. Scolatela su un foglio di carta assorbente.
  2. Preparate il caramello: versate in un tegamino lo zucchero e 3 cucchiai di olio, mettete sul fuoco e lasciate sciogliere lo zucchero, aggiungendo i semi di sesamo. A questo punto immergete nel caramello la frutta fritta senza glutine infilzata su uno stecchino, quindi estraetela e tuffatela subito in una ciotola piena di acqua gelata per far solidificare il caramello.
  3. Servite immediatamente.

Il fatto che vada servita subito è normale: la frutta caramellata, anche la più classica da ristorante cinese, è tale se brucia sulla lingua.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>