Frittelle di ricotta al limone da Il pasto nudo

di Alba D'Alberto Commenta

Una ricetta sfiziosa da provare nei momenti più creativi in cucina soprattutto se avete scelto di essere vegani o vegetariani. Ecco come spiega il da farsi Il pasto nudo. Frittelle di ricotta al limone, un abbinamento che nessuna persona di buon gusto farebbe mai… e invece!

Ingredienti

  • 250 grammi di ricotta di pecora
  • 2 uova
  • 70 grammi di farina 1 verna-frassineto
  • 100 grammi di latte intero fresco
  • 1 limone grande
  • 1 cucchiaio di zucchero grezzo chiaro
  • mezzo cucchiaino di polvere lievitante
  • 1 presa di sale
  • burro chiarificato o ghee

Preparazione

Per prima cosa mettete a scaldare a fiamma media la padella antiaderente (senza teflon!) in modo che quando dovrete cuocere le frittelle sarà molto calda.

Con un frullatore a immersione mescolate molto brevemente insieme tra loro la farina, i due tuorli, la ricotta, il latte, la polvere lievitante, il sale e lo zucchero, e grattugiateci dentro anche la parte gialla della buccia del limone. Il composto non deve essere omogeneo, lasciate pure i grumi di ricotta qua e là.

A parte montate gli albumi a neve, poi incorporateli all’impasto con un cucchiaio di legno, come al solito mescolando dal basso verso l’alto.

Prendete un pezzettino di ghee, mettetelo su un lato della padella e appena si sarà sciolto adagiateci sopra una cucchiaiata molto abbondante (o due normali) di impasto.

Le dritte più importanti per la cottura delle frittelle sono: 

  • la fiamma non deve essere troppo alta, ma nemmeno troppo bassa. Lei dice “on the low side of medium”, che tradurrei “fiamma medio-bassa”. Se sbagliate questo passaggio avrete con tutta probabilità frittelle troppo cotte fuori e crude dentro;
  • non mettete troppo ghee (saprebbero di fritto) ma neanche troppo poco (si attaccherebbero); secondo me basta un pezzettino grande come un fagiolo;
  • giratele con l’aiuto di una spatola quando si formano delle bollicine, che poi si bucano, sulla superficie. Se mentre le girate si spande un pochino di impasto rimettetelo sotto la frittella con l’aiuto della spatola;
  • una volta girate dovrete lasciarle cuocere molto meno del primo lato; basteranno un paio di minuti (controllate lo stato di cottura sollevandole leggermente con la spatola).

Servite le frittelle man mano che le cuocete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>