E se la vera ricetta delle chiacchiere fosse quella di Italian Taste?

di Alba D'Alberto Commenta

Le Chiacchiere sono dolci fritti tipici del periodo di Carnevale e prendono nomi diversi a seconda della regione.Chiacchiere o Lattughe è come sono conosciute in Lombardia. Poi ricordo i Cenci in Toscana, le Frappe in Emilia, le Bugie a Genova e i Crostoli in Trentino. Qui trovate una mia versione che non considera tutte le piccole varianti regionali ma è una ricetta consolidata da almeno due generazioni. 

L’introduzione è sempre la stessa ma Italian Taste cambia ingredienti e aggiunge una nota

Ingredienti

  • 200 grammi di Farina di grano tenero
  • Uova
  • Tuorlo d’uovo
  • 20 grammi di Olio extravergine d’oliva (EVO)
  • 50 grammi di Zucchero
  • bicchierino di Vino bianco
  • 500 millilitri di Olio di arachidi
  • cucchiaio da tavola di Zucchero a velo
  • pizzico di Sale

 

Preparazione

  1. Preparate l’impasto. Versate la farina a fontana sul tavolo con un pizzico di sale. Al centro mettete lo zucchero, le uova, l’olio e il vino. Lavorate a lungo la pasta aggiungendo eventualmente altra farina. Lasciate riposare la pasta, coperta con un tovagliolo, per circa 1 ora. 
  2. Date la forma alle chiacchiere. Spianate l’impasto col mattarello, riducendolo ad una sfoglia sottile. Con la ruota dentata ricavate delle strisce abbastanza lunghe e larghe 3 – 4 cm. Tagliate ulteriormente le strisce in pezzi lunghi una decina di centimetri e praticate più incisioni.  Infilate nelle incisioni gli angoli delle strisce se volete forme fantasiose invece dei soliti nastri. Le strisce si possono anche annodare. In ogni caso potete dare libero sfogo anche alla vostra fantasia. Nella mia vita ho visto le chiacchiere nelle forme più diverse. 
  3. Fate friggere i vari pezzi in olio bollente e abbondante fino a che non diventano dorate e croccanti. Sgocciolate le chiacchiere e disponetele su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Cospargete le chiacchiere con lo zucchero a velo. 
  4. Servite le chiacchiere tiepide o fredde accompagnandole con la Malvasia di Castelnuovo Don Bosco (vino dolce piemontese).

Nota

Potete sostituire il vino bianco con altri liquori (per esempio l’acquavite o il liquore d’anice) oppure colorare l’impasto con alchermes per conferire alle chiacchiere qualche vena colorata. Se preparate le chiacchiere per i bambini, sostituite il vino con succo di arancia. Al posto dell’olio, nell’impasto, potete usare 30 g di burro. Consiglio di friggere in abbondante olio di semi di arachide o in alternativa in extravergine d’oliva e in una pentola col bordo piuttosto alto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>