Dopo Natale: pandoro alla stracciatella

di Chiara Cimini Commenta

Il pandoro è un prodotto dolciario, tipico di Verona, che viene consumato soprattutto durante le feste di Natale..

Vi siete mai chiesti come consumare le enormi quantità  di pandoro che durante le festività  natalizie i vostri amici e parenti vi hanno regalato? Be’ la ricetta che ho deciso di presentarvi oggi vi aiuterà  a riutilizzare il pandoro avanzato, creando un dolce davvero delizioso: il pandoro alla stracciatella.

Il pandoro è un prodotto dolciario, tipico di Verona, che viene consumato soprattutto durante le feste di Natale. Le origini di questo prelibato dolce non sono ancora state accertate, si sa comunque che il termine pandoro si riferisce al tradizionale colore dorato dell’impasto. Secondo le voci più accreditate, il pandoro odierno sarebbe una derivazione del più antico “nadalin”, un dolce veronese, prodotto intorno all’ottocento, caratterizzato da una forma stellare.

Oggi, il pandoro, conserva del nadalin la tipica forma a stella con otto punte, e continua a presentare quel classico colore dorato grazie alla presenza delle uova.


Il dolce che ho deciso di presentarvi con questo articolo sposa, meravigliosamente, la morbidezza del pandoro con la dolcezza della crema stracciatella; ma passiamo subito ad illustrare la procedura da seguire per preparare questa bontà .

  • Un pandoro intero
  • 500 grammi di ricotta fresca
  • 150 grammi di zucchero
  • 100 grammi di cioccolato fondente a scaglie
  • un bicchierino di rhum
  • un po’ di polvere di cacao


Innanzitutto tagliamo il pandoro a fettine molto sottili. Se desiderate un dolce più morbido e cremoso potete bagnare le fettine di pandoro con un liquido composto da acqua, zucchero e un goccio di rhum, altrimenti adopererete le fette di pandoro al naturale, ottenendo però un dolce più asciutto. Dopo aver tagliato il pandoro, mettiamo da parte le fette ottenute e ci dedichiamo alla preparazione della crema.

Setacciamo la ricotta fresca e la poniamo in una ciotola. Aggiungiamo lo zucchero, le scaglie di cioccolato e qualche goccia di rhum. Mescoliamo il tutto, cercando di ottenere un composto soffice e cremoso. A questo punto disponiamo in una teglia abbastanza alta un primo strato fatto con le fettine di pandoro e ne ricopriamo la superficie con uno strato di crema stracciatella.

Continuiamo in questo modo alternando a uno strato di pandoro uno di crema; attenzione però, è importante che l’ultimo strato, posto sulla cima del nostro dolce, sia fatto di crema. Per finire cospargiamo la superficie del pandoro con la polvere di cacao e poniamo il tutto in frigo per almeno due ore. Servite il dolce dopo averlo lasciato riposare a temperatura ambiente per circa mezz’ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>