Un altro giorno di dieta, poi cerchiamo di smettere

di Alba D'Alberto Commenta

La dieta di un giorno non serve a nessuno, è esclusivamente dimostrativa del fatto che anche quando le calorie assunte in un giorno si riduco, c’è sempre speranza di mangiare qualcosa di decente. Ecco allora un altro menu per il secondo giorno di dieta. 

Del primo giorno di dieta replichiamo soltanto la colazione. 

Colazione

Un caffé e un paio di fette biscottate sono un ottimo avvio di giornata e chi pensa di non resistere può sempre contare sullo spuntino qualche ora dopo. 

Spuntino di metà mattina e di metà pomeriggio

150 grammi di pesche al mattino e fino a 500 grammi di anguria il pomeriggio. Non ci si sbaglia considerando questo inframmezzo fresco e gustoso come quello del giorno precedente. Anche qui vale il discorso dell’abbinamento con il caffé. 

Pranzo

La solita insalata di lattuga, appena 100 grammi, condita con olio e limone, un cucchiaino di entrambi, a completamento di un piatto di pasta e fagioli, cotto con 50 grammi di pasta uniti a 100 grammi di fagioli precotti tipo Valfrutta. Facile, veloce e assolutamente economica. 

Cena

E per cena stavolta pesce. Una bella orata al sale, si può anche usare del pesce congelato a patto di mangiarne 200 grammi. Come contorno dei fagiolini lessati conditi con olio e limone. Un paio di cucchiaini di olio e una spruzzatina di limone. Anche in questo caso abbiamo raggiunto le 1100 calorie circa mangiando principalmente carboidrati, il 55% del totale, lipidi, il 14% e proteine, il 30%. 

La dieta così concepita non è tanto un’imposizione ma il suggerimento di uno schema alimentare corretto che contempli i metodi di cottura più dietetici, salutari e appetitosi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>