Preparare il tofu a casa

di Luca Bruno Commenta

Il tofu è uno di quegli alimenti che se fatto in casa offre diversi vantaggi, tra i quali il basso costo di produzione e la freschezza del prodotto che si consuma.

tofu1

Sebbene sia di grande disponibilità nei negozi bio ed oggi anche nei supermercati maggiormente forniti, il tofu è uno di quegli alimenti che se fatto in casa offre diversi vantaggi, tra i quali il basso costo di produzione e la freschezza del prodotto che si consuma.

Farlo in casa tuttavia non è un’impresa così semplice, occorrono infatti pazienza ed attenzione nel rispettare le dosi. Sebbene il primo tentativo può essere deludente, con un paio di prove si riuscirà agevolmente a produrlo, avendo in questo modo a disposizione un alimento sano e naturale dalle alte proprietà nutritive, adatto soprattutto nelle diete vegetariane e vegane, dove manca l’apporto di proteine animali.

La proporzione di acqua e fagioli di soia (che devono essere quelli gialli, non quelli verdi!) deve essere di 10 a 1, per cui, per esempio per 500 grammi di fagioli di soia si devono contare 5 litri di acqua.

La soia va messa a bagno la sera prima della preparazione con uno dei 5 litri di acqua a disposizione, per almeno 12 ore. Il giorno successivo si frullano i fagioli, si aggiungono i litri di acqua ulteriori e si mette a bollire finchè il composto non tende a debordare.

A questo punto si filtra il composto con un colino, fino a far sgocciolare tutto il liquido, il cosiddetto latte di soia, che si metterà a bollire per un’altra decina di minuti.

Una volta intiepidito si aggiunge al latte l’agente cagliante, il nigari, composto di cloruro di magnesio, facilmente reperibile nei negozi bio ed in quelli specializzati in cibo orientale.

Subito si osserva come il latte comincia a cagliare, ed è a questo punto che il composto deve esser posto in un colino precedentemente foderato di garza o cotone fine, che permetterà al liquido in eccesso di sgocciolare, ancora meglio se il composto viene messo sotto un peso.

Se si vuole che il formaggio di soia assuma una forma precisa, come i cubetti tradizionali, si deve porre il composto in una forma apposita, raramente reperibile in commercio ma che si può costruire facilmente in casa con il legno.

Una volta sgocciolato il tofu è pronto da conservare immergendolo in acqua fredda e sarà utilizzabile, se mantenuto costantemente a bagno, per almeno 8-10 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>