Come cucinare light durante le festività natalizie

di Fabiana Commenta

In vista del Natale qualche consiglio per non perdere la linea e salvare il gusto a tavola

Le festività natalizie si avvicinano e il rischio di esagerare con il cibo, fra cenoni e antipasti, è davvero molto alto. Ma soddisfare il palato e mantenere la linea senza ritrovarsi con qualche chilo di troppo a gennaio può trasformarsi in un compromesso possibile. A suggerire qualche trucco sono gli esperti dell’Osservatorio Nutrizionale Grana Padano che hanno stilato una classifica degli alimenti da privilegiare per poter attenuare le calorie in più. Il consiglio è di limitare soprattutto gli eccessi, fra olio, salse, frutta secca, salumi e naturalmente alcolici in generale: è possibile però mangiare un po’ di più delle abitudini soprattutto nei quattro giorni delle festività, ma durante il resto delle festività è bene tenere sotto controllo le calorie e soprattutto se si è già in sovrappeso.

Anche in cucina però si può correre ai ripari e senza optare necessariamente per menù vegetariani. È sufficiente optare per le ricette previste, ma magari da proporre in tavola in una versione più leggera senza rinunciare al gusto. Qualche esempio? Il soffritto potrebbe essere preparato con del vino bianco, che va a sostituire il gusto dell’olio e del burro e che lo rende ugualmente saporito.

COME OTTENERE UNA FRITTURA LIGHT

È consigliabile ridurre anche il consumo di sale e utilizzare verdure e spezie come lo zafferano, l’origano, il pepe o il  peperoncino che compensa il gusto. Meglio limitare i condimenti grassi privilegiando le spezie per i primi piatti e optare per succo di limone, sottaceti per carne e pesce, aceto o limone (anziché olio) per condire le verdure.

Anche se il fritto è di tradizione si può scegliere una sana cottura al vapore, e per i secondi al forno o alla piastra.

 

COME CUCINARE SENZA GRASSI

 

E per dessert? Ottimo il sorbetto, perfetti i dessert a base di frutta e yogurt magro mentre è consigliabile limitare il consumo di pandoro e panettone  evitandoli a colazione ogni giorno: a tavola è meglio consumarli senza creme, panna o farciture varie. A fine pasto meglio non esagerare con la frutta secca, certamente benefica, ma calorica: meglio la frutta fresca. Durante le cene e i pranzi di feste evitare le bibite gassate e i superalcolici e anche il vino va bevuto moderatamente.

 Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>