Bardelle con ortiche e gamberi d’acqua dolce

di Alba D'Alberto Commenta

Una ricetta particolarissima, che impiega le ortiche, notoriamente impiegate nella preparazione della frittata. In questo caso, invece, di base c’è la voglia di portare a tavola un primo piatto saporito e insolito. Ecco come lo Slow Food consiglia di preparare le bardelle con ortiche e gamberi d’acqua dolce. 

Si parte dagli ingredienti per 4 persone per affrontare poi una preparazione semplice e un approfondimento sulle bardelle. 

farfalle-asparagi-ricotta

Ingredienti per la pasta

  • mezzo chilo di farina di frumento 00
  • 3 uova intere e 4 tuorli
  • 2 cucchiai di olio EVO

Ingredienti per il condimento

  • 16 gamberi d’acqua dolce
  • 3 etti di ciuffi di ortica
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • sale e pepe bianco

Preparazione

Unite la farina, le uova, i tuorli, l’olio EVO e lavorate a lungo e con energia fino a ricavare un impasto omogeneo, aggiungendo soltanto un po’ d’acqua. Fate riposare per mezz’ora e poi tirate la sfoglia, ricavando dei rettangoli di cinque centimetri per tre, da pizzicare al centro per ottenere le farfalle. 

Pulite i gamberi e sciacquateli. Lavate e scottate in acqua bollente poco salata i ciuffi di ortica. Fate saltare i gamberi in poco olio e aggiungete le ortiche scolate e strizzate; salate e pepate. Unite le bardelle cotte al dente in abbondante acqua salata e completate con prezzemolo tritato. 

Le bardelle erano un tempo farfalle confezionate con la pasta avanzata dalla lavorazione dei casoncelli. In alcuni paesi bergamaschi, però, bardella significa tagliatella corta e larga, o fettuccine ricavate da un impasto di colore verde di farina di frumento, uova e borragine, condite con burro e parmigiano. Quanto ai gamberi d’acqua dolce, sono diventati una rarità ma è ancora possibile pescarli, anche se in minima quantità. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>