Zeppole di San Giuseppe fritte

di laura86 Commenta

Uno dei dolci tipici della cucina italiana è la zeppola di San Giuseppe. Le origini di questo dolce sono molto antiche infatti si dice che esso risale addirittura all’era romana. Secondo una leggenda, infatti, San Giuseppe dopo la fuga in Egitto con Gesù e Maria, per mantenere la famiglia fu costretto a vendere frittelle. Proprio per questo i romani gli diedero l’appellativo di ‘frittellaro’. Oggi le zeppole di San Giuseppe sono diventate il simbolo del papà, e quindi proprio per questo sono preparate soprattutto per festeggiare la figura di San Giuseppe e di tutti i padri ogni 19 marzo, ovvero nel giorno della festa del papà.

INGREDIENTI PER CIRCA 15 ZEPPOLE
250 ml d’acqua
70 gr di burro
150 gr di farina
Scorza grattugiata di 1 limone
Sale
3 uova medie
40 gr di zucchero
INGREDIENTI PER LA CREMA
30 gr di farina
250 ml di latte fresco
Scorza di ½ limone
3 tuorli d’uovo
1 bustina di vanillina
60 gr di zucchero
Ciliegie candite (o amarene sciroppate), 1 per zeppola
Zucchero a velo

PREPARAZIONE
Preparare inizialmente la crema pasticciera. Fatto ciò preparare l’impasto delle zeppole andando a versare dell’acqua in un pentolino, aggiungere dei tocchetti di burro e il sale, e metterlo sul fuoco. Non appena l’acqua andrà ad ebollizione ed il burro sarà completamente sciolto, togliere dal fuoco la pentola ed aggiungere la farina e mescolare bene con un mestolo in maniera tale da amalgamare il tutto ed ottenere una struttura compatta.
A questo punto rimettere il pentolino su un fuoco delicato e girare finchè non formerà una patina bianca sul fondo. Nel momento in cui si formerà spegnere i fornelli, aggiungere lo zucchero e mescolare per bene. Fatto ciò versare l’impasto in una ciotola e farlo raffreddare. Una volta freddato aggiungere e mescolare la scorza di limone grattugiata, le uova una alla volta inserendo la successiva soltanto quando la precedente sarà completamente assorbita.
Una volta che sarà pronto l’impasto ritagliare dei quadrati di carta forno di grandezza 8 cm x 8 cm, mettere l’impasto in una sac a poche con bocchetta a stella e fare su ogni quadrato, con un movimento a spirale, un disco di pasta di circa 5 cm di diametro. Sovrapporre, sul bordo esterno di ogni disco, un anello di pasta in maniera tale fa formare una scodellina.
A questo punto siamo pronti per la cottura. Prendere un tegame dai bordi alti, inserire l’olio per friggere (preferibilmente d’arachidi) e portarlo alla temperatura media di 170° C. Portarlo a questa temperatura è fondamentale perché così non sarà bollente e noi potremmo girare le zeppole più volte facendole gonfiare. Le zeppole saranno pronte quando avranno un colore dorato. Una volta tolte dall’olio, farle sgocciolare l’olio in eccesso e assorbirlo anche con della carta assorbente. Una volta fritte tutte le zeppole, mettere in una sac a poche la crema pasticciera al centro della zeppola. Aggiungere l’amarana o la ciliegia e spolverare lo zucchero a velo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>